Il dolore della Lega Nazionale Dilettanti per la scomparsa di Marco e Simone

Marco e Simone. Due giovani calciatori strappati alla vita per cause diverse ma, allo stesso modo, assolutamente tragiche. Marco, 23 anni, ritornava a casa dopo la gara tra Due Torri e Savoia. Simone, 20-enne di Omignano (piccola frazione del Cilento) e calciatore del Cilento Calcio, strappato all’affetto dei compagni di squadra da una tragedia.

La Lega Nazionale Dilettanti, allora, decide di ricordare le due giovani vite con un messaggio sulla Pagina Facebook Ufficiale: “In un mese in cui i nostri messaggi allegri e positivi hanno lasciato spazio a tristi notizie, vi scriviamo queste poche righe: la cosa più brutta al mondo è comunicare la scomparsa di un nostro ragazzo, e in questi tristi momenti ci auguriamo che il calcio ci ridia nuovamente, giorno dopo giorno, la forza di sorridere, senza però dimenticare i nostri amici, a cui vorremo bene per sempre. Per quanto possibile, proveremo a ripartire, insieme… Viva il calcio e viva la vita…”

Un inno al calcio, quello vero. Quel calcio fatto ancora di campetti in erba battuta; quel calcio in grado di regalare ancora emozioni vere, sorrisi ed esultanze. Quel calcio fatto di legami profondi e fondato sulla passione, sulla pizza con i compagni di squadra. Quel calcio così lontano dal palcoscenico internazionale, dal business e dai diritti tv. 

Leggi anche –> La Lega Nazionale Dilettanti ricorda Simone