Il Milan fallisce ancora: la "sindrome" da big match dei rossoneri

La striscia vincente del Milan si ferma allo stadio Olimpico. La squadra di Clarence Seedorf subisce una pesante sconfitta per mano di una Roma che non vuole mollare il sogno scudetto e che mette a segno la nona vittoria consecutiva, ad una sola lunghezza dal record di dieci di inizio stagione.

Il dato che deve far riflettere è che l’ennesimo k.o. dei rossoneri arriva in concomitanza di un altro big match. Lo score di quest’anno, in quelli che un tempo erano scontri diretti, è davvero impietoso, solo 4 punti raccolti fra Juventus, Napoli, Roma, Inter e Fiorentina. Questo evidenzia lo stato attuale del gruppo rossonero, una squadra in netta soggezione e incapace di fronteggiare compagini di pari rango. Su questo neanche l’ “antivirus” Seedorf, che più volte ha sottolineato la fragilità psicologica dei rossoneri, è riuscito ad invertire la rotta.

Ora rimane solo il derby, sperando in uno scatto d’orgoglio e in una vittoria che manca, in campionato, dall’aprile 2011.

Leggi anche: