Ingesson sconfigge il tumore allenando l’Elfsborg

La passione per il calcio forse non sarà la medicina, ma spesso è il miele che fa addolcire e dimenticare la malattia. Fa quasi commuovere l’immagine di Klas Ingesson, l’attuale allenare dell’Elfsborg, mentre avanza in centrocampo su una sedia a rotelle dopo la prima vittoria della stagione contro l’Hacken. 

La vittoria più grande Ingesson, infatti, l’ha già conquistata. Per la seconda volta, dalla prima diagnosi del 2008, l’ex nazionale svedese ha sconfitto il mieloma multiplo, un tumore del sangue che si accanisce pesantemente contro il sistema immunitario.

Costretto alla sedia a rotelle dall’osteoporosi e da un braccio ingessato a causa di una brutta caduta negli spogliatoi, Ingesson continua ad essere per tutti “il gigante buono” e si dichiara determinato come solo può esserlo un combattente nato. Ancor più adesso, che è diventato l’allenatore dell’Elfsborg.

Fisicamente e mentalmente non ho alcun problema per svolgere il mio lavoro – scrive in una lettera pubblicata sul sito del club la scorsa settimana – e chiedo di essere giudicato come chiunque altro, ovvero sulla base dei risultati e della mia competenza e non già per via della mia condizione fisica”.

Leggi anche –> Acerbi ritorna a giocare, annuncio a Tiki Taka