Inter 2013-2014, Mazzola: "Bisogna intervenire sul mercato a gennaio"

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’ex campione nerazzurro Sandro Mazzola ha detto la sua sulle ultime opache prestazioni della truppa di Mazzarri offrendo anche la sua personale considerazione sui movimenti passati e futuri di calciomercato della dirigenza meneghina. Mazzola individua nell’assenza di un bomber di peso il problema principale di questa Inter: “Intanto manca una vera prima punta che giochi accanto a Palacio. Ma anche a centrocampo non c’è un vero costruttore di gioco. E nelle ultime gare mi sembra sia emerso anche un calo fisico.”

 

Le gare con SampdoriaTrapani non sono servite, a quanto pare, da lezione alla truppa mazzarriana per avere maggiore attenzione durante il match. A riguardo, ecco le parole di Mazzola: “Da fuori, posso solo immaginare due spiegazioni. O i giocatori non credono sino in fondo nel modulo o a furia di pareggiare sono subentrate delle insicurezze. Storicamente l’Inter ha avuto i suoi difetti, ma la determinazione non è mai venuta meno. Invece domenica contro il Parma sono stati molli in diverse fasi. E mi lasci aggiungere una cosa. Stimo Mazzarri, ma proprio non ho capito come mai non sia passato alla difesa a quattro malgrado di fronte ci fosse una sola punta. Bisognava dare più peso al centrocampo. Forse sarebbe servita la duttilità mostrata da Guidolin sabato sera a Napoli.”

Rodrigo-Palacio

Secondo Mazzola, qualche errore è stato commesso in estate in sede di mercato: “Con Zanetti e Cambiasso usurati, serviva un vero centrocampista. Anche il recupero di Milito era un’incognita. Icardi mi piacerebbe anche, ma è scomparso… E se anche quando era disponibile Mazzarri non lo impiegava dall’inizio, i casi sono due: o la squadra non può permettersi due punte o il ragazzo non ha la testa giusta.” E, infine, qualche consiglio per gli acquisti: “Bastano una punta e un centrocampista, se sono di qualità. Nainggolan andrebbe benissimo. Se la proteggi, la difesa invece è a posto così.”

Leggi anche–> Calciomercato: il ds Ausilio svela i piani per gennaio