Inter a Pinzolo 2014, prove di 4-3-3 nell'allenamento mattutino

Al via la seduta mattutina per l‘Inter in ritiro a Pinzolo, con inizio previsto per le ore 9.30. Mazzarri prova di nuovo la difesa a quattro, esperimento già testato nella seduta di allenamento di ieri. Nella località trentina che ospita i nerazzurri oggi c’è un grande sole, che ha scoraggiato forse un po’ di tifosi; pochi, infatti, sono i supporters nerazzurri questa mattina presenti al Campo Sportivo La Pineta.

Ancora out Krhin e Botta, è rientrato invece a tutti gli effetti Vidic, che aveva preso parte anche ieri alla seduta pomeridiana. I ragazzi di Mazzarri hanno effettuato prima una corsetta, poi i consueti esercizi di stretching e lavoro aerobico. Al termine di ciò, il tecnico di San Vincenzo ha provato il modulo 4-3-3, con le coppie difensive  Andreolli-D’Ambrosio, Vidic-Ranocchia, Juan-Silvestre, Dodò-Mbaye.

Grosso incitamento da parte del tecnico nerazzurro per Mateo Kovacic, soprattutto quando il croato segna un gol. Si sono provati schemi differenti nell’allenamento mattutino: Kuzmanovic e M’Vila sono stati impiegati come “metodisti” e potevano scegliere se procedere dalla mezz’ala o dai tre calciatori davanti. Mazzarri ha lavorato molto anche con Dodò impiegato come terzino. Infine, è il turno del consueto torello.

Il vice Frustalupi, poi, ha formato dei quadrati di 5×5 nel campo di allenamento: all’interno vi erano 4 giocatori a giocare la palla, due cercavano di recuperarla, gli altri invece la giocavano. Si alzano incitamenti dalle tribune del Campo Sportivo La Pineta a Mateo Kovacic. Ancora qualche esercizio di tecnica e poi i giocatori rientrano lentamente negli spogliatoi: l’allenamento mattutino dell‘Inter a Pinzolo termina qui.

Leggi anche -> Inter a Pinzolo 2014: Mazzarri prova la difesa a quattro

Leggi anche -> Inter in ritiro a Pinzolo, Icardi: “Mazzarri si fida di me, non deluderò!”