Inter, Ausilio: "Vidic lascerà il segno"

Piero Ausilio ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera nella quale ha parlato di mercato e di tanti altri argomenti, tra cui, quello legato ai nuovi innesti di questa Inter che sta nascendo tra tanto ottimismo e che è chiamata ad una stagione importante dopo anni piuttosto bui a livello di risultati. Il dirigente nerazzurro spende subito parole d’elogio per Nemanja Vidic, grande rinforzo di questo mercato: “Fin dal nostro primo incontro ho capito che lui non guardava più al suo grande passato, ma solo a presente e futuro. Rimarrà tre anni con noi e lascerà un’impronta”. 

Sull’Inter che sta venendo fuori in questo primo mese di lavoro, questa è la considerazione di Ausilio“Sarà una squadra compatta ed equilibrata. Abbiamo scelto, seguendo le indicazioni di Mazzarri, solo giocatori con grandi ambizioni, senso di appartenenza, determinazione, cattiveria agonistica e, naturalmente, qualità”. 

Ausilio spende parole anche per Hernanes. Dopo l’ambientamento degli scorsi sei mesi, il brasiliano è chiamato ad una stagione da grande protagonista, per ripagare l’investimento fatto da Thohir lo scorso gennaio: “È il primo a sapere che può fare molto di più. È arrivato a stagione in corso, non stava benissimo fisicamente, però ha fornito un contributo importante per il 5° posto che per noi era un obiettivo importante”. Qual è l’obiettivo dell’Inter per la prossima stagione? Ecco le parole di Ausilio“Non ci poniamo limiti di tempo per tornare ai vertici. Per colmare il gap con Juve e Roma, che era notevole, non bastano i nuovi giocatori: servono un enorme lavoro, mentalità e convinzione”.