Inter-Bologna, Ballardini: "Dovremmo proporci in attacco"

Il Bologna non si presenterà a San Siro contro l’Inter da vittima sacrificale. Davide Ballardini, tecnico dei felsinei, ci tiene a mettere le cose in chiaro a poche ore dal match contro la truppa di Mazzarri, conscio del fatto che l’obiettivo della salvezza è ancora lontano e anche strappare un punto a Milano sarebbe oro colato in questo momento.

Ballardini indica ai suoi la strada per uscire indenni da San Siro, ossia quella di votarsi all’attacco: Kone ancora oggi è il nostro capocannoniere a quota 4 gol ­e senza lui e Diamanti mi sono mancati i giocatori più talentuosi. Ora il Bologna deve giocare più di squadra ed alzare la qualità, che non manca per superare il digiuno offensivo. Dobbiamo essere più liberi con la testa, qui la pressione è maggiore ri­spetto a Chievo, Livorno e Sas­suolo. La sfida con l’Inter non ci costringe a fare la partita, ma dovremo essere bravi a propor­ci anche in attacco”.

Infine, una considerazione sul collega Mazzarri in questi giorni alle prese con tante critiche e con molte voci di esonero a fine anno se dovesse mancare la qualificazione all’Europa League: “Mazzarri è sotto esame? Nel calcio italia­no lo siamo tutti”.

TUTTO SU INTER-BOLOGNA

Leggi anche–> Inter-Bologna, le probabili formazioni

Leggi anche–> Inter-Bologna, come vederla in tv e in streaming

Leggi anche–> Inter-Bologna, felsinei bestia nera dal 2011