Inter-Bologna, Mazzarri in Conferenza Stampa: "Non è una gara facile"

Domani sera è in programma Inter-Bologna e nella solita conferenza stampa della vigilia, Walter Mazzarri predica calma e soprattutto attenzione in vista del match contro i felsinei, per evitare pericolosi cali di attenzione che potrebbero costare cari come a Livorno. Queste le parole del tecnico sulla gara contro il team di Ballardini: “Non ci sono partite facili. Noi dobbiamo lavorare e migliorare dove abbiamo sbagliato, cercando di raccogliere risultati attraverso la prestazione. Siamo concentrati su quello, poi proveremo a programmare le prossime stagioni.”

Mazzarri però non accetta che si parli di troppi alti e bassi per la sua squadra: “Io vedo una crescita, poi la disattenzione non è controllabile. Io sto prendendo dati per capire chi vorrà rimanere all’Inter, che dovrà avere certe caratteristiche. Due amnesie o 30 sono due discorsi diversi. Ma noi abbiamo subito pochissimo su azione nelle ultime gare e creando tanto. Poi le valutazioni si faranno alla fine. Se farei gli stessi cambi di Livorno? Zanetti a Verona è entrato in vantaggio e abbiamo vinto. Guarin? Abbiamo bisogno del 3-5-2, lui ha sempre giocato titolare. Hernanes? Era uno dei pochi che aveva rigiocato, avevamo 3-4 partite in pochi giorni e quindi ho fatto delle valutazioni.” 

Thohir domani sarà allo stadio: sarà uno stimolo o un peso per la squadra? Questa la risposta di WM: “Lui sarebbe venuto in Italia comunque. La proprietà vicina alla squadra fa bene, perché i ragazzi vedono l’unione. E’ successo in passato, ben venga. Io tendo a mettermi tutto alle spalle nei momenti difficili. Spero che i ragazzi siano tranquilli.”

Se si parla di Thohir, impossibile non chiedere a Mazzarri un’opinione sulle rassicuranti parole del presidente al suo arrivo stamattina a Milano: “Credo che poche volte a un allenatore cambia la società durante la stagione. Di solito la nuova proprietà cambia allenatore a prescindere. Thohir ha fatto diversamente, quindi vuol dire che la mia carriera lo ha messo nelle condizioni di fare questa scelta. Thohir con me ha fatto questa scelta, io sono un dipendente. Il presidente anche stamani ha ribadito certi concetti. E mi piace che sia Thohir a dire certe cose.”

TUTTO SU INTER-BOLOGNA

Leggi anche–> Inter-Bologna, nerazzurri non vincono dal 2011

Leggi anche–> Thohir su Mazzarri: “Ha tutta la mia fiducia”