Inter-Chievo 1-1, Fassone: "Errori gravi su cui riflettere. La società è arrabbiata"

Dopo l’ennesimo disastro arbitrale a danno dell’Inter, un po’ tutti ieri hanno voluto dire la loro, giocatori, allenatore, uomini di sport e della tv, perché la misura è colma e in casa nerazzurra sono stanchi di subire arbitraggi vergognosi che non fanno altro che penalizzare la squadra gettando alle ortiche settimane di lavoro. Anche il direttore generale Marco Fassone, al termine della partita, ha voluto dire la sua a proposito di una situazione che ormai è difficile da reggere e digerire, anche nei piani alti: “Sono errori gravi su cui riflettere, mi auguro che chi di competenza lo stia facendo. Non ho sentito il presidente, ma tutta la società è molto arrabbiata e non riesce a comprendere come possano accadere questi episodi. Il fuorigioco fischiato oggi è un errore grave, non una svista. Con un metro di distanza si tratta di un errore grave […] Gli episodi arbitrali non decidono una partita, ma sono sempre una componente importante”.

È evidente il malcontento che si respira in casa nerazzurra. Certamente l’Inter avrebbe dovuto fare un po’ di più, soprattutto in termini di occasioni create, perché la squadra ieri ha espresso un bel gioco che, alle volte però, è sembrato sterile, ma è innegabili che i torti arbitrali comincino a pesare come un macigno.

fassone

 Sbagliare è lecito, ma quando lo si fa sempre, o quasi, nella stessa direzione allora c’è qualcosa che non va. La società e i tifosi hanno bisogno di risposte ed è giunto tempo che qualcuno si prenda la responsabilità di dire come stanno le cose. Orami, ogni partita sembra di assistere ad un remake già visto. L’Inter deve già fare i conti con una rifondazione lenta e complicata per poter far fronte anche ai continui e frustranti errori delle terne arbitrali.

TUTTO SU INTER-CHIEVO

Leggi anche–> Inter-Chievo, le dichiarazioni post partita di Mazzarri

Leggi anche–> Alvarez dopo Inter-Chievo: “Basta con errori arbitrali”

Leggi anche–> Errori arbitrali in Inter-Chievo, l’Inter si sfoga su Twitter