Inter-Chievo 1-1, Mazzarri: "Non rimprovero nulla alla squadra"

Dopo il fischio finale di Tommasi che sancisce l’1-1 tra Inter e Chievo, Walter Mazzarri si presenta ai microfoni dei giornalisti e rilascia dichiarazioni sul match da poco concluso: “Cosa è mancato per battere il Chievo? Il gol, alla squadra non posso rimproverare nulla. Il Chievo è fisicamente preparato e ben allenato e organizzato. Abbiamo avuto una clamorosa occasione con Palacio nel primo tempo, se avessimo segnato avremmo visto una partita diversa, con più spazi. Il Chievo è venuto qui a difendersi e a ripartire sperando in qualche erroe nostro. Ha comunque fatto una grande gara”.

Il tecnico toscano, poi, si addentra in una disamina tattica della gara: “Oggi ho cambiato modulo, abbiamo giocato diversamente da tutte le altre partite. Oggi giocavamo col 3-4-3, anche in corsa poi abbiamo cambiato molto. Le occasioni per fare gol le abbiamo avute, ma ci è mancato l’ultimo passaggio. Kovacic, ad esempio ha fatto una grande cosa tra le linee, ma ci è mancata un po’ d’esperienza. Concediamo gol, ma la primo tiro prendiamo gol: è un momento così. I momenti vanno superati lavorando tanto. I ragazzi ci credono, lavorano bene, ci vuole quel pizzico di fortuna necessario per invertire la tendenza”.

Mateo Kovacic Inter

Nuove polemiche per torti arbitrali (gol regolare annullato a Nagatomo e rigore solare non concesso per fallo su Botta), ma Mazzarri glissa: “Gli episodi arbitrali? Finchè non è finito il campionato non parlerò più degli arbitri”. Sul presidente Thohir, invece, l’ex allenatore del Napoli dichiara: “Io devo fare i complimenti al presidente Thohir, non è facile dire le cose giuste per la squadra. Speriamo che la gente abbia pazienza. Mi ha detto cose che sapevo già, siamo tutti uniti, stiamo costruendo un assetto importante”.

Molti problemi in fase offensiva per l’Inter, a causa anche di un reparto a corto di uomini. Ecco quanto ha dichiarato Mazzarri a riguardo: “Se servono altri attaccanti? Il presiente è stato chiaro, intanto per prendere qualcuno bisogna prima cedere. Io lavoro molto su Alvarez e Kovacic, quando uno dei due va in fascia l’altro lo accompagna per preparare il cross, sono cose normali che devono portarci a crescere. Alla fine abbiamo finito con tre attaccanti, avendo possibilità di segnare. In quanto a risultati piove un pochino sul bagnato, ma andiamo avanti”.

thohir

Una battuta, infine, su Allegri esonerato in mattina dal Milan“Paga sempre l’allenatore in situazioni così. Era in scadenza di contratto, si sa che quando è così i risultati incidono anche di più. Non bisogna scordare quello che ha fatto, nel calcio di solito si dimentica in fretta”. 

TUTTO SU INTER-CHIEVO

Leggi anche–> Inter-Chievo 1-1, gli highlights