Inter: Errori Arbitrali causa del Campionato negativo?

Che l’Inter non stia facendo bene e che, soprattutto nelle ultime 6 giornate – derby a parte – abbia visto allontanarsi l’obiettivo terzo posto a causa di un evidente passo indietro nel gioco e nell’atteggiamento della squadra, è chiaro a tutti. Ma la stessa chiarezza che in questi giorni i media mostrano nel sottolineare come il progetto della Thohirinter sia evanescente e Mazzarri non si stia rivelando all’altezza della situazione, sarebbe bene che la mostrassero anche per sottolineare i tanti e gravi torti arbitrali che dall’inizio dell’anno non hanno fatto altro che gravare sempre più su una squadra che ha già i suoi problemi e le sue difficoltà, ma che indubbiamente è stata danneggiata in tantissime partite.

La sensazione che da qualche tempo si respira è che le prestazioni di quest’Inter, certo non all’altezza del suo nome, stiano di fatto mettendo ai margini delle discussioni le questioni legate ai tanti, troppi episodi arbitrali che, quest’anno più che mai, stanno influendo su una classifica non certo buona. Il problema è che se questa squadra stesse lottando per lo scudetto o si trovasse nei piani alti della classifica e avesse mostrato un gioco ben migliore di quello espresso ultimamente, allora siamo certi che i giornali tratterebbero la questione torti arbitrali a sfavore dei nerazzurri con un’attenzione maggiore. Ma questo non può e non deve essere una scusante, perché il peso mediatico che si da ad una faccenda, indubbiamente, influisce sul fatto che una determinata questione abbia la possibilità di esser approfondita, vista sotto la lente di ingrandimento e, magari, ‘risolta’.

prostituzione intellettuale

Il fatto che la società di Thohir, anziché lottare per lo scudetto si trovi già a 8 punti dall’obiettivo stagionale – quel terzo posto che significherebbe Champions – non dovrebbe minimamente influire sulla giustizia mediatica. Perché di questo si tratta. Non parlare di quanto l’Inter sia stata danneggiata quest’anno da arbitraggi tutt’altro che buoni ed equi è un fatto di prostituzione intellettuale, per dirla alla maniera del caro Mourinho. E per avere un’idea di cosa questo voglia dire, basta analizzare solo alcuni degli ultimi episodi a sfavore dei nerazzurri in Campionato.

Atalanta-Inter (1-1) decima giornata – Arbitra Rizzoli: L’Inter al termine della gara recrimina per due falli da rigore. Il primo è commesso da Yepes su Samuel, quest’ultimo trattenuto malamente all’interno dell’area piccola. Non ci sarebbe stato nulla da dire se l’arbitro avesse fischiato rigore, ma Rizzoli la pensa diversamente: non solo non concede il penality all’Inter, ma ferma il gioco fischiando un inspiegabile fallo di Samuel. L’altro rigore non concesso è sul finire della partita quando Stendardo trattiene Icardi non permettendogli di arrivare sul pallone. Lo stesso difensore atalantino, inoltre, sarebbe dovuto esser espulso per somma di ammonizioni per gravi scorrettezze commesse in campo, ma viene graziato da Rizzoli.

rizzoli

Inter-Livorno (2-0) dodicesima giornata – Arbitra PeruzzoAi nerazzurri manca un rigore su Palacio, commesso da Luci sul finire del primo tempo. L’attaccante nerazzurro, come mostra la moviola viene messo a terra dal difensore proprio mentre sta per calciare il pallone. Peruzzo non vede, ma ancora più grave la svista del giudice di porta, Pairetto, ben più vicino all’azione di quanto non lo fosse l’arbitro.

Inter-Parma (3-3) quindicesima giornata – Arbitra ValeriMazzarri si arrabbia perché ad inizio secondo tempo Alvarez viene trattenuto in area di rigore da Acquah. Il fallo sembra netto anche in diretta. Oltretutto, questi interventi vengono quasi sempre sanzionati con il rigore. In questo caso, però, Valeri non è dello stesso avviso.

alvarez rigore

Napoli-Inter (4-2) sedicesima giornata – Arbitra TagliaventoSi tratta della partita in cui probabilmente i nerazzurri sono stati più penalizzati in questa stagione. Tanti gli episodi a sfavore della squadra di Mazzarri: Palacio viene atterrato in area di rigore, le immagini dicono chiaramente che si tratta di rigore, ma Tagliavento fischia al contrario, ammonendo l’argentino. Il goal del 3-1 del Napoli, inoltre, è viziato da un precedente fallo di mano di Albiol che l’arbitro non vede. A ciò si aggiunga il fuorigioco inesistente fischiato a Taider,la cui iniziale posizione di off side viene sanata dal tocco chiarissimo di Inler. L’algerino è atterrato, da regolamento sarebbe rigore ed espulsione, ma non se ne fa nulla proprio perché viene fischiata posizione irregolare. La doppia ingiusta ammonizione ad Alvarez che condanna l’argentino, nel secondo tempo, costringendolo ad abbandonare la partita lasciando i suoi in 10 è l’ultimo clamoroso errore di una partita chiaramente decisa da più che discutibili decisioni arbitrali.

tagliavento 2

Inter-Milan (1-0) diciassettesima giornata – Arbitra Mazzoleni: La partita in questione non è stata compromessa nel risultato finale, grazie allo splendido goal di tacco di Palacio che regala il derby ai nerazzurri. Tuttavia, nel primo tempo, l’arbitro nega un rigore sacrosanto a Palacio, steso in area di rigore da Zapata. Davvero clamorosa la scelta di Mazzoleni, come dimostrano le immagini.

zapata palacio

 Lazio-Inter (1-0) diciottesima giornata – Arbitra DamatoSi tratta dell’ultimo episodio a sfavore dei nerazzurri e, casualmente, coincide con l’ultima partita disputata in Campionato finora dall’Inter. Nella prima frazione di gioco, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Dias impedisce a Rolando di andare verso il pallone. Rigore netto, anche stavolta negato all’Inter.

L’ultimo rigore assegnato alla squadra di Thohir risale ormai all’8 Maggio del 2013, nella sfida contro la Lazio dello scorso campionato. In quell’occasione, fu Alvarez a sbagliarlo dopo esser scivolato. Sono ormai 20 le giornate trascorse senza che ai nerazzurri venga concesso un tiro dagli undici metri e, come abbiamo potuto constatare, le occasioni ci sarebbero anche state. Peccato che incomprensibili decisioni arbitrali abbiano fin qui inevitabilmente condizionato il campionato dell’Inter. Perché se chiarezza deve esserci è bene che ci sia in ogni dove. La Società nerazzurra è certamente la prima responsabile di quanto la squadra ha fin qui prodotto, a causa di scelte di mercato incomprensibili e di una gestione scadente, ma è bene anche riconoscere che l’Inter è vittima inspiegabilmente di arbitraggi vergognosi che l’hanno, in queste diciotto giornate di Campionato, notevolmente penalizzata. Che se ne ricordino, stampa, web, radio e gli altri media nelle loro puntuali e precise analisi sull’attuale stagione dei nerazzurri.

Leggi anche–> Inter 2013-2014: Tutti i problemi del progetto Thohir

Leggi anche–> Napoli-Inter 4-2: Tutti gli errori di Tagliavento