Inter-Juventus, Handanovic al Corriere dello Sport: “Partita equilibrata”

“Può succedere di tutto”. Così Samir Handanovic su Inter-Juventus, in programma domenica sera alle ore 20.45 allo stadio Giuseppe Meazza, posticipo dell’ottava giornata. Sulla Juventus ha affermato: “I favoriti restano loro anche se sono indietro. C’è equilibrio, noi dobbiamo puntare in alto. E nel Derby d’Italia tutto può succedere”.

Handanovic ha poi parlato del suo collega: “Ammiro Buffon da sempre, dal mio esordio in Rimini-Juventus in Serie B nel 2006, era la loro prima partita in B. Facemmo una grande gara e nel finale sfiorammo la vittoria con Matri, poi finì pari. Lui rischiava e usciva sempre, sia sulle palle basse che su quelle alte. Ha imposto una nuova filosofia al ruolo”.

Gli chiedono cosa è cambiato rispetto all’anno scorso all’Inter: A parte tanti giocatori, quando inizi a vincere si crea un’atmosfera più positiva. Mancini ha portato tante cose importanti perché i risultati non arrivano da un giorno all’altro. Inoltre ha trasmesso la giusta mentalità e ci ha fatto capire cosa significa giocare per l’Inter”.  

Sulla sconfitta contro la Fiorentina, dove è stato protagonista in negativo: Abbiamo perso e io mi prendo tutte le responsabilità perché ho sbagliato la gara, ma pensare al passato non serve. Come quando fai bene, anche quando fai male devi dimenticare”.  

Sul rinnovo del contratto che ha sottoscritto: “L’ho fatto perché la Champions la conquisteremo. Non l’ho mai disputata ed è un mio obiettivo giocarla dopo che con l’Udinese siamo stati eliminati ai playoff e la stagione successiva mi sono trasferito all’Inter. Quindi chiude: “L’importante adesso è lottare per qualcosa di davvero importante”.   

INTER-JUVENTUS: LE PROBABILI FORMAZIONI