Inter-Juventus da ripetere? Esposto alla FIGC

Iniziativa di due avvocati napoletani, proposta una class action per far disputare un'altra volta l'incontro

Due avvocati napoletani hanno proposto un esposto alla Figc per poter ripetere l’incontro Inter-Juventus, presentando una class action in grado di dimostrare presunte irregolarità relative al big match di sabato sera, tali da far disputare nuovamente la sfida.

Cosa è accaduto tra nerazzurri e bianconeri lo scorso turno?

Sono passati 4 giorni, ma non accennano a placarsi le polemiche per l’arbitraggio di Orsato in Inter-Juventus, anticipo del 35° turno di Serie A, in cui i bianconeri hanno espugnato il Meazza a termine di un incontro nel quale i nerazzurri sono rimasti in inferiorità numerica per il rosso a Vecino, ma la decisione più discussa rimane la mancata seconda ammonizione nei confronti di Pjanic in due circostanze differenti, specie la seconda avvenuta a pochi metri di distanza dagli occhi del direttore di gara veneto, scatenando le polemiche, non solo tra le due tifoserie, ma anche con i supporters del Napoli, squadra in lotta per lo scudetto contro la compagine di Allegri.

L’esposto presentato in giornata

Proprio dalla città partenopea è partita una petizione da parte di due avvocati, Angelo e Sergio Pisani, ecco cosa hanno presentato e  dichiarato i due legali nel loro esposto: “Quanto avvenuto a San Siro è inaccettabile e va condannato con fermezza. Ci rivolgiamo alle istituzioni per denunciare quanto accaduto e chiedere il rispetto delle regole . La maxi azione legale, sul modello delle class-action americane, è l’azione del popolo contro il solito sistema oscuro, pensiamo inoltre di arrivare a 50 mila firme e non sarà difficile vista la delusione e lo sconcerto dei veri appassionati dello sport sano. Sarà una delle cause più grandi avviate in Italia. Questa mobilitazione pacifica e legale va di pari passo con altre decisioni per caso anche meno eclatanti già adottate dalla UEFA con annullamento di partite falsate da decisioni arbitrali errate”.

Continuano i due avvocati napoletani: “Alla Figc , cui viene chiesto di rivalutare i casi sospetti ed annullare l’ ultima partita della Juventus, si rivolgeranno non solo i supporter interisti e azzurri , ma anche tutti gli amanti dello sport sano. Sempre alla Federazione Italiana Gioco Calcio chiediamo l’applicazione a tutte le partite delle stesse regole. Ogni tifoso ha diritto a un risarcimento per il danno subito personalmente dal mancato spettacolo calcistico”.

Le possibilità di ripetizione della gara

Il caso precedente, richiamato dai due avvocati, fa riferimento a Sudafrica-Senegal di un anno e mezzo fa, in quella circostanza, l’incontro valido per la qualificazione al Mondiale, venne ripetuta in quanto il direttore di gara di quella partita, il ghanese Lamptey, venne coinvolto in un traffico di scommesse clandestine, nel quale si scoprì come l’arbitro in questione puntò sull’over del match da lui stesso diretto, dove estrasse il rosso diretto al senegalese Koulibaly, curiosamente protagonista in questo finale di stagione con il suo Napoli, e concedendo nella stessa azione un rigore inesistente ai sudafricani. In seguito, l’arbitro venne radiato.

Diverso il discorso su Orsato, il giro di scommesse non può certo essere provato al momento, esiste in realtà una situazione nella quale una partita può essere ripetuta, ed è la seguente: “l’ammissione da parte dello stesso direttore di gara dell’errore all’interno del rapporto di gara, vale a dire nel suo referto”. Difficile dunque una ripetizione dell’incontro. Di sicuro quanto accaduto dopo Inter-Juventus farà discutere ancora, in ogni caso è stato presentato un esposto alla FIGC per far ripetere il match. Sarà finita qui?