Inter, Kovacic: "Non siamo favoriti ma non dobbiamo porci limiti"

L’Inter prosegue la sua tournée negli States dove si allena in vista della Guinness Cup 2014, una manifestazione internazionale in cui parteciperanno alcune big del calcio europeo. Dal ritiro dei nerazzurri ha parlato il giovane talento Mateo Kovacic, centrocampista croato classe ’94, su cui i nerazzurri puntano molto per la prossima stagione. A riguardo Kovacic ha detto: “Non siamo i favoriti quest’anno ma dobbiamo lavorare duro e non dobbiamo porci limiti“.

Il trequartista nerazzurro, più volte inseguito da club prestigiosi ma alla fine sempre blindato dal presidente Thohir, ha detto la sua sulla prossima annata dell’Inter: “Juve, Roma e Napoli sulla carta sono più forti di noi, ma dobbiamo lavorare duro e non porci limiti. Cosa ci manca? Non lo so, posso dire che abbiamo una squadra forte, un buon mister e una buona società, se non arriva nessuno siamo forti ugualmente”.

Riguardo i rumors di mercato che lo avevano accostato alla merengues, che sfideranno l’Inter nella Guinnes Cup, questo il suo commento: “Un onore che il Real mi abbia cercato, ma sono felice di essere rimasto. La scorsa estate un infortunio ha condizionato il mio inizio stagione, ma ora è tutto diverso”.

Sulla prima rete nerazzurra che non è arrivata, Kovacic si è mostrato molto determinato, così come è parso molto sicuro sul fatto che adesso è arrivato il momento dei giovani di scrivere la storia del Biscione: “È vero, il primo gol in nerazzurro un po’ mi manca, ma quando arriverà mi sbloccherò definitivamente. Ringrazio anche quelli che adesso non sono qui con noi e che hanno contribuito a scrivere la storia, ma adesso spero proprio che tocchi a noi giovani”.

Leggi anche–> Guinness Cup 2014: il programma completo dell’Inter

Leggi anche–> Inter US Tour 2014: allenamento congiunto col DC United

Leggi anche–> I convocati di Mazzarri per la tournée americana