Inter, Kovacic: "Voglio continuare ad essere titolare"

Mateo Kovacic, centrocampista croato dell’Inter, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport alla quale ha rilasciato tante dichiarazioni sul suo attuale momento più che positivo al punto che Mazzarri sembra puntare deciso su di lui sia per la gara contro il Napoli che per le ultime battaglie di questo campionato.

Il giovane croato sembra avere le idee chiare su questa fase della sua stagione: “Se gioco dall’inizio non devo strafare come capita quando entro dalla panchina. Ora che ho la maglia, non la mollo più”. Due volte titolare (contro Sampdoria e Parma) e due vittorie per i nerazzurri. Sarà un caso o meno, Kovacic vola basso: “Abbiamo anche avuto un po’ di fortuna. Né a Genova né a Parma abbiamo giocato molto bene. Possiamo e dobbiamo fare meglio”.

Napoli, Milan e Lazio saranno i prossimi tre impegni per capire se questa Inter potrà tornare in Europa. Tutte le gare si giocheranno a San Siro, dove l’Inter ha avuto qualche problema di troppo in questo campionato: “Vero. E non è facile capire il perché. Credo ci sia una somma di fattori. Forse in casa sentiamo di più la pressione, poi in alcune occasioni siamo stati sfortunati. Senza dimenticare che qui in Italia le squadre si chiudono tanto”.

Kovacic, nonostante l’inesperienza, individua anche il problema di questo rendimento balbettante: “Infatti il vero problema è il gioco. Non rendiamo per quello che potremmo, fatichiamo a portare palla, troppo spesso la lanciamo subito agli attaccanti. Contro il Napoli dobbiamo ripartire anche sul piano del gioco”.

Infine, una battuta sul mercato e sull’attaccante che Thohir regalerà a Mazzarri. I nomi sono sempre gli stessi (Dzeko, Torres e Morata) ma Mateo dà il suo consiglio: “Prenderei Dzeko. Fortissimo tecnicamente, fa gol e aiuta la squadra difendendo il pallone alla grande”.

Leggi anche–> Kovacic: “Io sto bene a Milano”

Leggi anche–> Kovacic: “Voglio affermarmi con la maglia dell’Inter”