Inter-Parma 3-3, Donadoni: "Potevamo vincere"

Roberto Donadoni si è presentato in conferenza stampa un pò deluso per il risultato finale della sfida di ieri. L’allenatore del Parma, dopo aver visto andare in vantaggio i suoi per due volte e riuscire a recuperare dopo la rimonta dell’Inter, aveva creduto nella vittoria. Anche dopo il 3-3, i ducali hanno avuto tante occasione per fare il quarto gol e portare a casa i tre punti.

Ecco le parole del mister del Parma: “Sono un pò rammaricato. Per come abbiamo giocato ed affrontato la partita potevamo vincere. Siamo stati sfortunati sul terzo gol, quando una deviazione ha battuto Mirante ma siamo stati bravi a recuperare subito. Peccato per qualche ingenuità di troppo commessa, che se hai di fronte uno come Palacio paghi caro. Dobbiamo lavorare su questi minimi particolari, ma abbiamo giocato una buona partita“.

Belfodil

Donadoni ha poi parlato dell’atteggiamento in campo del Parma: “Volevo una squadra pimpante e vogliosa, pronta ad affrontare una grande squadra come l’Inter. Voglio dare merito ai miei ragazzi senza nulla togliere all’Inter. I nerazzurri sono riusciti a pareggiare grazie alle individualità, altrimenti avrebbe perso. I miei giocatori hanno fatto tre gol a San Siro e creato altre 7-8 palle gol nitide. Tra tutti Sansone ha fatto una bella partita, ho deciso di dargli un’opportunità per quello fatto in settimana e mi ha ripagato alla grande. L’attacco leggero era dovuto a questo. Se c’è collaborazione tra tutti si possono ottenere risultati, altrimenti diventa tutto difficile“.

Donadoni ha poi chiuso con un’opinione su Ishak Belfodil, che ancora una volta ha giocato poco e male: “Non posso consigliare a Mazzarri una gestione per Ishak. A Parma è stato molto positivo, ha mostrato di avere potenzialità ed ha fatto ottime cose. Il Parma ha creduto in lui“.

TUTTO SU INTER-PARMA

Leggi anche –> Inter-Parma, Nagatomo: “Il campionato è ancora lungo”

Leggi anche –> Inter-Parma, Handanovic: “Chiedo scusa a tutti”