Inter-Sampdoria 1-1: Renan rovina la festa a Thohir

Poteva e doveva essere festa, ma così non è stato. Renan rovina la prima di Thohir, ma in realtà il centrocampista doriano è stato solo l’autore del pareggio, al 44’ del primo tempo, che fissa il risultato sul 1-1. A rovinarsi la festa c’ha pensata la stessa Inter, che oggi ha completamente sbagliato l’approccio alla partita. È stato un inizio di match a favore dei doriani, con i nerazzurri che sembrano sorpresi da una partenza così straripante della squadra di Mihajlovic. Gabbiadini al 6’ mette paura ad Handanovic con un destro che esce di poco a lato. Poco dopo la squadra di Mazzarri sembra pian piano salire e cominciare a far gioco, creando qualcosa, fino al goal dell’1-0 di Guarin, frutto di una splendida azione di Alvarez dalla destra che con un doppio dribbling fa fuori i difensori doriani e mette in mezzo una palla che il Guaro non può sbagliare. Il primo tempo finisce con il vantaggio dell’Inter, ma Thohir, Moratti e i tifosi non posso di certo esser soddisfatti di quanto espresso in campo, e Mazzarri lo sa bene: urla, si agita, prova a spronare i suoi a stare alti e muoversi meglio, ma a nulla serve.

Il secondo tempo comincia con i nerazzurri che avrebbero l’occasione di chiudere la partita con Guarin, il cui tiro si stampa però sul palo. Presto però l’Inter cala e comincia inspiegabilmente a difendere l’1-0 del primo tempo. A nulla servono i cambi del tecnico toscano (Kovacic prende il posto di Taider e Belfodil di Alvarez). L’Inter continua a soffrire la spinta della Sampdoria che, ad un minuto dalla fine, con Renan, trova un tiro perfetto che si insacca alla sinistra di Handanovic, che niente può.

Finisce 1-1 con tanti rimpianti per quello che poteva essere e non è stato, per due punti persi in casa contro una squadra del tutto alla portata dei nerazzurri, che fanno 4 sommati a quelli di domenica scorsa contro il Bologna.

L’Inter stavolta deve recriminare solo con se stessa. Non è stata una prestazione all’altezza della squadra, che ha le potenzialità e le qualità per fare molto meglio. L’approccio alla partita non è per niente piaciuto. Poca tensione e concentrazione per una sfida che sarebbe stato fondamentale portare a casa con un risultato pieno. L’Inter rovina la festa a Thohir e si deve accontentare di un punto che sa di sconfitta se le ambizioni di questa squadra vogliono essere all’altezza di una ‘grande’.

fredy guarinQuesto con la Sampdoria è il sesto pareggio della stagione nerazzurra, su 14 partite fin qui disputate. I nerazzurri hanno lasciato fino ad ora troppi punti per strada e non si può sperare di raggiungere traguardi ambiziosi se si affrontano certe sfide senza la giusta dose di umiltà e concentrazione, fondamentali in sfide di questo tipo che potrebbero, sulla carta, sembrare facili ma che si rivelano terribilmente complicate se non vengono gestite da grande squadra. Probabilmente l’Inter deve ancora crescere sotto l’aspetto della maturità tattica e mentale, il che deve avvenire in breve tempo se non si vuol correre il rischio di buttare al vento una stagione che, invece, avrebbe tutti i presupposti per far sorridere i tifosi e Thohir.

TUTTO SU INTER-SAMPDORIA

Leggi anche -> Thohir: “Uniti per l’Inter con tutta la nostra passione”

Leggi anche -> Inter-Sampdoria 1-1: video, goal e highlights