Inter, Vidic: "Sono in un grande club. Colpito dall'entusiasmo di Thohir"

Si è da poco conclusa la conferenza stampa di presentazione di Nemanja Vidic con l’Inter. Il serbo, accomodatosi davanti ai giornalisti in camicia bianca e giacca con logo dell’Inter, ha raccontato le sue prime emozioni da calciatore nerazzurro, mostrando, dietro uno sguardo di ghiaccio, il suo entusiasmo per la nuova Inter e per essere parte integrante, in un grande club, del progetto voluto e avviato dal presidente indonesiano Erick Thohir.

Dopo una breve introduzione di Marco Fassone, Vidic spiega i motivi che lo hanno spinto all’Inter: “L’Inter è un club con storia e tradizione, che ha vinto tanto. Non molti club hanno questo palmares. C’è un nuovo progetto e un nuovo proprietario e sono contento di far parte di questo corso“. 

La Serie A non sarà più il campionato di una volta, ma Vidic non vede nel suo addio alla Premier League un passo indietro per la sua carriera: “Potevo già venire in Italia, ma finalmente ci arrivo ora. Io non credo che venire qui sia un passo indietro in me. Il vostro calcio si adatta molto al mio modo di giocare. Arrivo da un grande club europeo, però la realtà è che questo progetto per me è un passo in avanti. Condivido i programmi del club. Arrivo qui nel momento giusto della mia vita e della mia carriera. Il campionato italiano è sempre un torneo molto valido e di alto livello”.

E’ il momento, poi, di chiarire le ragioni che lo hanno portato a lasciare Manchester dopo 9 anni per sposare la causa nerazzurra: “Non ho parlato direttamente con il presidente, ma con Marco Fassone che mi ha illustrato l’idea del club e i progetti futuri. Ho subito ritenuto per me quest’idea molto interessante. Mi è stato trasmesso un grande entusiasmo. Il presidente non vuole lavorare a breve termine, ha idea di lavorare sulla base di due stagioni. Lui vuole mantenere l’Inter in alto e io condivido questa scelta. Voglio aggiungere che in passato ho sempre trovato nuovi progetti nella mia carriera. Col Manchester ho vinto solo dopo anni di lavoro, mi è sempre piaciuta l’idea di far parte di club che hanno un’importante visione del futuro e mi sento fortunato e onorato nell’essere qui”.

L’ARRIVO DI VIDIC IN CONFERENZA STAMPA

Sulle voci di una possibile fascia di capitano, Vidic glissa: “Devo conquistare prima il posto sul campo. Io posso solo dare il meglio durante gli allenamenti. Allo United ho dato il meglio a prescindere dall’essere o meno capitano. Ora non mi interessa la fascia, ho sempre dato il massimo a prescindere”.

Vidic ha le idee chiare su quali saranno i traguardi da raggiungere per la prossima stagione“L’obiettivo è migliorarsi, sia per i giocatori sia per tutti quelli che lavorano in questo club. L’Inter è un grande club, è normale che ci siano grandi aspettative. Noi proveremo a chiudere in una posizione migliore rispetto all’ultima stagione”. L’ultima battuta di Vidic in sala stampa riguarda l’assenza dalla Champions League dell’Inter, cosa che al serbo non sembra pesare per nulla:  “Anche allo United non avrei giocato la Champions League. Non ho mai avuto dubbi su questa scelta. Giocheremo comunque l’Europa League ma questo comunque non influirà sulla nostra stagione. Ognuno avrà il suo spazio per dimostrare il proprio valore”.

TUTTO SU NEMANJA VIDIC

RIVIVI LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE (VIDEO)

Leggi anche–> Vidic nuovo capitano dell’Inter?

Leggi anche–> Vidic: “Non ho rimpianti a lasciare lo United”