Intervista ad Allegri: “Lo Scudetto non è sicuro”

Lo scudetto non è sicuro“. Questo in sintesi, il pensiero di Massimiliano Allegri nella lunga intervista rilasciata al “Processo del Lunedì”, nella puntata di ieri sera; intervista che CalcioMercato-Juve vi proporrà in tre parti. Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire le dichiarazioni del tecnico bianconero, che accolto con molto scetticismo dai tifosi della Juventus, li sta ora conquistando grazie alle vittorie ottenute nelle ultime settimane.

Il primo argomento sono le dichiarazioni di Garcia di qualche settimana fa, quando il tecnico della Roma affermò che quest’anno la sua squadra avrebbe vinto lo scudetto: “Credo che Garcia, legittimamente, cerchi di caricare i suoi, che secondi a tre punti da noi. Il campionato è ancora lungo, noi siamo davanti e quindi abbiamo lo stimolo che la Roma sta dietro di noi e dovremo cercare di non farci raggiungere“.

Al tecnico toscano viene poi chiesto se farà mai dichiarazioni roboanti come quelle del tecnico romanista. Ecco la risposta: ” Assolutamente no, anche perché di cose sicure nella vita ce ne siano ben poche. Cito una battuta in un grande film: ‘Le cose sicure sono due: le tasse e la morte’. Ragione per cui adesso dobbiamo pensare solo a giocare e a rimanere in testa alla classifica, che non sarà semplice”.

Ancora su Garcia, il conduttore gli chiede se le dichiarazioni del francese secondo cui la Juventus è in testa alla classifica solo per gli errori arbitrali di Juve-Roma, gli abbiano dato fastidio. La risposta è abbastanza pungente: “Credo abbia ragione Garcia perché lo sa Garcia e lo sanno tutti gli italiani: la Juventus è davanti alla Roma di tre punti e questo è quello che conta“.

Leggi anche: Juventus-Torino 2-1, Allegri: “Volevamo vincere”

Leggi anche: Juventus, vittoria contro il Torino vale lo Scudetto