Intervista ad Oriali: "Thohir? Stia più vicino alla squadra"

Non solo della nuova esperienza come Team Manager della Figc, ma anche di Inter ha parlato Gabriele Oriali ai microfoni del quotidiano Libero. Il Piper nerazzurro è molto emozionato per l’incarico assegnatogli dal neo presidente Tavecchio: “Questa esperienza per me è il massimo, del resto per me è un ritorno”, ha detto Oriali, “La prima volta che sono entrato a Coverciano avevo 14 anni e giocavo con la Nazionale juniores. Spero di replicare gli stessi risultati, in ogni caso l’entusiasmo c’è eccome”. Con la maglia azzurra Oriali ha vinto il Campionato del Mondo in Spagna nel 1982 e i tifosi italiani  sperano che il nuovo Team Manager riesca a replicare i successi ottenuti da calciatore.

Il ruolo di Oriali sarà simile a quello coperto all’Inter con Josè Mourinho: “In generale i team manager dei club hanno un ruolo diverso rispetto alla Nazionale; organizzano le trasferte, curano la logistica… Con José però il ruolo era differente: voleva che avessi un contatto diretto con lui e il gruppo”, ha infatti spiegato, “Spero di fare lo stesso con Antonio Conte”. L’ex tecnico juventino ha accolto con piacere l’arrivo di Oriali: “Mi ha chiamato, era felice per me. Conosce serietà ed esperienza, del resto è stato lui a dare l’assenso a Tavecchio, altrimenti non se ne sarebbe fatto nulla”.

Oriali non risparmia infine una battuta sull’Inter, e del resto è inevitabile dato il profondo legame con i colori nerazzurri. Niente polemiche però: “Tutti quando mi chiedono di Inter sperano che dica qualcosa contro il club che mi ha reso grande”, ha detto, “Credo sia il caso di fare i complimenti a Piero Ausilio, bravissimo ad operare in condizioni economiche non facili. La nuova Inter non può ambire allo scudetto, ma è una squadra formata con intelligenza”. I tifosi interisti forse speravano nel ritorno di Oriali in dirigenza, ma con l’arrivo di Thohir non c’è stato mai alcun contatto. “Col nuovo presidente non c’è mai stato un abboccamento, neanche una telefonata. Forse è una conseguenza del fatto che per ovvi motivi è poco presente”, ha chiosato Oriali, “I tifosi dell’Inter, me compreso, preferiremmo potesse stare più vicino alla squadra”.

Un po’ di Inter dunque sarà rappresentata in Nazionale a livello dirigenziale, sperando di vedere presto i colori nerazzurri anche sul campo.

Leggi anche-> Partita della Pace, Zanetti: “Orgoglioso di partecipare”

Leggi anche -> Hernanes ad Inter Channel: “Ho tanta voglia di fare bene”