Intervista Benitez: "All'Inter non sono stato aiutato"

E’ polemico, ma sempre col dovuto pizzico di moderazione ed educazione che lo contraddistingue, Rafa Benitez dal ritiro del Napoli a Dimaro. Mente la sua squadra si appresta a scendere in campo per il primo test stagionale, il tecnico spagnolo, esploso alla guida del Valencia e reduce dalla vittoria in Europa League col Chelsea, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport non risparmia critiche alla sua ex squadra.

A chi gli chiede se si sente più vicino a Mazzarri o a Conte, Benitez ha le idee chiare: “Io sono io. Non cambio pelle. Ci sono allenatori che parlano troppo e amano la ribalta. Dietro le mie vittorie c’è solo lavoro e poche chiacchiere.” Il riferimento, ovvio, è allo stile a volte oltremodo polemico dei suoi colleghi italiani.

walter mazzarri

In conclusione, non può mancare un riferimento alla sua breve esperienza nerazzurra post-triplete: “Hanno venduto Balotelli per far cassa e non è arrivato nessuno. Non porto rancore. Ricordo solo che in 5 mesi ho vinto 2 titoli e un Mondiale per club che mancava da anni. Ora ho voltato pagina, Napoli è un’altra sfida.”

Leggi anche–> Inter a Thohir. Moratti resta presidente

Leggi anche–> Le impressioni di Mazzarri dopo la prima amichevole

Leggi anche–> Marrone e Nocerino per l’Inter?