Inzaghi e Brocchi, quando la panchina della Serie A passa dalla Primavera

È periodo di esoneri in Serie A. A cambiare allenatore ci hanno pensato Lazio, Palermo e Milan. In particolare la società biancoceleste e quella rossonera hanno affidato la rispettiva squadra a Simone Inzaghi e Cristian Brocchi, prima allenatori della Primavera. Nessuna esperienza in Serie A, per il salto di qualità è bastata l’esperienza nel settore giovanile o probabilmente ha influito il fatto di essere già tesserati del club che dunque non si troverà a dover pagare un nuovo stipendio.

Simone Inzaghi alla Lazio come il fratello al Milan, magari con un po’ più di fortuna. Già SuperPippo nella scorsa stagione fu chiamato a sostituire Clarence Seedorf come allenatore dei rossoneri. Chiamata alla quale l’ex numero nove rispose presente, salutando di fatto la panchina della Primavera per quella ben più ambiziosa della prima squadra del Milan. La mancanza di esperienza (soprattutto quella) pesò parecchio perché il club rossonero voleva subito risultati e vittorie che però non arrivarono. Nonostante questo precedente, anche in questa stagione Berlusconi ha optato per la promozione del tecnico della Primavera rossonera. Cristian Brocchi è stato chiamato dal patron per sostituire l’esonerato Mihajlovic: sarà un altro flop?

Sempre nell’attuale stagione c’è stato anche un altro passaggio dalla panchina della Primavera a quella della prima squadra del medesimo club di Serie A. È il caso di Giovanni Bosi del Palermo, chiamato da Zamparini come sostituto dell’esonerato Iachini e rimasto sulla panchina dei rosanero giusto il tempo di qualche giornata per far ritorno poi alla Primavera. Stessa sorte toccò, sempre a Palermo, nella stagione 2006-2007 a Rosario Pergolizzi, breve parentesi in prima squadra con Renzo Gobbo per poi far ritorno sulla panchina della Primavera. Il lupo perde il pelo, ma non il vizio…

Si guadagnò una panchina in Serie A, quella dell’Inter, anche l’allora tecnico della Primavera nerazzurra Andrea Stramaccioni. I buoni esiti ottenuti sulla panchina della seconda squadra dell’Inter, portò la dirigenza nerazzurra a promuoverlo ad allenatore della prima squadra a seguito dell’esonero di Claudio Ranieri. Era la stagione 2011-2012 e Stramaccioni era l’allenatore più giovane del campionato. Rimarrà sulla panchina dell’Inter sino al 24 maggio del 2013, giorno in cui è stato esonerato dalla società.

Questi sono solo alcuni degli allenatori (gli ultimi) che hanno raggiunto la panchina della Serie A attraverso la Primavera. Da Andrea Stramaccioni a Pippo Inzaghi, il salto di qualità è stato quasi un tuffo nel vuoto. Poche le soddisfazioni raccolte nella stagione della loro promozione. A Simone Inzaghi e Cristian Brocchi andrà meglio?

Leggi anche: