Italia, Conte: “Balotelli? Non potevo chiamarlo”

VOTA QUESTA NOTIZIA

Nel pomeriggio del primo giorno di ritiro a Coverciano, è intervenuto nella consueta conferenza stampa il ct dell’Italia Antonio Conte, che ha presentato così una settimana fondamentale in vista delle qualificazioni ad Euro 2016: “Contro Azerbaigian e Norvegia saranno due gare fondamentali, bisogna chiudere subito il discorso qualificazione. Con l’Azerbaigian non sarà facile, hanno pareggiato con Norvegia e Croazia, non dobbiamo cadere nella trappola”.

Domenico Berardi ha salutato poche ore fa i compagni ed è tornato a Sassuolo: “Dagli accertamenti non risulta niente di particolare, però il ragazzo avverte molto dolore. E’ spaventato e dunque preferisce curarsi perchè viene già da un infortunio, lo capisco. Mi auguro che possa continuare a fare bene, può giocarsi le sue carte”.

L’ultima giornata ha confermato quanto sia equilibrato questo campionato: “E’ un campionato bello e divertente, partito in maniera frizzante. Il livello è buonissimo, credo che alla fine la vittoria se la contenderanno le stesse squadre, ma la Fiorentina in testa è indice del fatto che organizzazione e lavoro premiano”.

Ieri l’ex tecnico della Juventus era a San Siro per assistere a Milan-Napoli e ha potuto osservare da vicino le magie di Lorenzo Insigne: “Sta facendo molto bene con il Napoli, per fortuna non si è infortunato gravemente contro la Juventus. Da esterno sta facendo cose egregie, spero si confermi anche in Nazionale. Per me non è un trequartista. Balotelli? Non bastano due buone partite per tornare in Nazionale, devo tener conto anche di tante altre cose. In ogni caso, spero recuperi presto dall’infortunio, ma comunque non l’avrei chiamato”.

Leggi anche –> Berardi lascia Coverciano: Ufficiale