Italia, Insigne: “Al Napoli per sempre”

Conferenza stampa a Coverciano per l’attaccante dell’Italia e del Napoli Lorenzo Insigne. Il fantasista degli azzurri ha commentato, prima della gara contro l’Azerbaijan, la sua convocazione e ha espresso un parere sul ct Antonio Conte. Innanzitutto, Insigne parla del lungo e tortuoso percorso che ha fatto per arrivare sin qui: “Ho fatto grandi sacrifici per arrivare fino a qui. In famiglia siamo sempre stati umili e felici, anche quando non avevamo nulla e ora ci godiamo questo momento. L’anno scorso ho lavorato senza abbattermi anche durante l’infortunio. Scendo sempre in campo per divertirmi, non sento il peso della pressione e spero di poter ripagare la fiducia che mi ha dato Conte”.

Sul suo grande amore, il Napoli: “So che i tifosi del Napoli stanno pensando allo scudetto ma io penso che sia ancora presto perché sono passate appena sette giornate. Ma ci proveremo fino alla fine. La numero 10? Non voglio scomodare Maradona, che è il più forte di tutti i tempi. Se poi un giorno quel numero dovesse essere ancora assegnato, sarebbe una grande emozione indossarla. Voglio stare per sempre a Napoli, è la maglia dei miei sogni e credo di aver meritato gli elogi dei tifosi”.

Quale allenatore è stato più importante per lui? “Benitez mi ha fatto crescere anche in fase difensiva, ma mi trovo meglio col mio modulo, quello di Sarri. Il mister mi ha trasmesso tanta grinta, il suo Empoli giocava benissimo. Zeman è stato molto importante, mi ha fatto maturare tanto”.

Leggi anche –> Le probabili della gara contro l’Azerbaijan

Leggi anche –> La schiacciante vittoria di domenica sera