Juve, Allegri cambia modulo: si passa al 4-3-1-2?

Smaltito il grande stupore per l’ inaspettato addio di Antonio Conte e l’arrivo di Massimiliano Allegri, la Juventus comincia a costruire la squadra per la stagione 2014-2015. “Non stravolgerò la Juve” ha dichiarato il neo tecnico bianconero, ma qualche cambio rispetto al 4-3-3 idealizzato da Conte ci sarà.

Confermata la difesa a 4, con Barzagli e Chiellini centrali (e magari Astori come riserva) e Lichtsteiner ed Evra sulle fasce, il cambiamento maggiore avverrà a centrocampo: Allegri adotterà la linea dei tre mediani già testata con il Milan, ma prendendo stavolta in considerazione Andrea Pirlo, che era stato “scartato” ai tempi rossoneri. Il regista bresciano giocherà al fianco di Vidal (se resta) e Pogba, mentre al posto dei tre attaccanti ci sarà un trequartista ad agire alle spalle delle due punte.

Ruolo che potrebbe essere svolto benissimo da Marchisio, anche se il mister avrebbe chiesto alla società Pastore, che in quella posizione può rendere ad altissimi livelli. L’attacco sarà formato da Tevez e Llorente, con Morata e Giovinco pronti a subentrare, mentre il quinto attaccante potrebbe essere Stephan El Shaarawy, altro pallino di Allegri.

Insomma, sarà un 4-3-1-2 il nuovo modulo della Juventus, uno schema duttile, in grado di trasformarsi all’occorrenza in un 4-4-2, in un 4-3-3 con l’inserimento di un esterno, o addirittura in un 3-4-3 stile Guardiola, facendo avanzare Lichtsteiner come esterno d’attacco. Tutto dipenderà dal mercato estivo, ma la sensazione è che, Conte o non Conte, la Juve possa ancora dire la sua.

Leggi anche–>Le maglie ufficiali 2015 della Juve (Foto)
Leggi anche–>Tutti i colpi di mercato della Juve di Allegri