Juve-Avellino: ecco 6 motivi per non declassarla a "semplice partita di Coppa Italia"

E’ ufficiale, sarà Juventus-Avellino agli ottavi di finale di Coppa Italia 2013-2014. Gli irpini hanno sconfitto 2-1 il Frosinone al Partenio grazie alle reti di capitan D’Angelo e del solito Gigi Castaldo, guadagnando così la possibilità di sfidare i Campioni d’Italia nello stadio più bello d’Italia, e in città già si parla di grande esodo.

E’ una partita strana quella tra Juventus e Avellino, è una sfida nuova dal sapore antico, e anche se per i tifosi bianconeri più giovani si tratta di un semplice turno di Coppa Italia contro una delle tante squadre di Serie B, i profondi conoscitori del gioco più bello del mondo non possono fare a meno di partire per un viaggio nella memoria che ci riporta a quegli anni in cui il calcio italiano rappresentava l’élite.

Juventus-Avellino anni '80

A sei settimane dall’attesissimo match ecco dunque sei buoni motivi per non declassare Juventus-Avellino a “semplice partitella di Coppa Italia”:

1- PERCHE’ JUVENTUS-AVELLINO E’ UN CLASSICO DEGLI ANNI ’80, quegli anni in cui il nostro calcio era appunto il top, la Serie A era il campionato più bello del mondo e il sogno di ogni calciatore, proveniente da qualsiasi angolo del pianeta, era quello di indossare la casacca di un club della nostra massima serie. Non è un caso che nel 1982 la Nazionale Italiana vinse i mondiali, non è un caso che proprio in quell’epoca campioni come Maradona, Platini, Van Basten, Zico, Juary (e tanti altri ancora) ci illuminarono con le loro giocate;

2- PERCHE’ NON SI GIOCA DAL 1995, era Agosto, faceva caldo, e finì 4-1 in favore dei bianconeri. Anche allora si trattava di un incontro valevole per la Coppa Italia;

3- PERCHE’ TRA LE DUE TIFOSERIE E LE DUE SOCIETA’ VIGEVA UN GEMELLAGGIO, tanto prolifico sul campo quanto spettacolare sugli spalti. La famiglia Agnelli e la dirigenza Irpina, capeggiata dal Commendator Sibilia, hanno concluso decine di affari durante il decennio trascorso in serie A dalla squadra biancoverde, formando un asse Avellino-Torino che ha visto transitare talenti del calibro di Tacconi, Vignola e Alessio. Le due tifoserie, dal canto loro, sono sempre state legate da un rapporto di profonda amicizia, rinforzatasi dopo la finale di Coppa Uefa del 1990 giocata proprio al “Partenio” di Avellino;

Juventus-Fiorentina Coppa Uefa

4- PERCHE’ LE TRE SQUADRE PIU’ TIFATE IN IRPINIA SONO (nell’ordine) AVELLINO, NAPOLI E JUVENTUS, e questo basta per descrivere quanto questa partita possa essere importante per una provincia che vive di calcio. In città sono numerosissimi i tifosi biancoverdi che simpatizzano per gli undici leoni di Antonio Conte (c’è anche uno Juventus Club Avellino), mentre in provincia (specie nella bassa Irpinia) imperversa come non mai il fenomeno Napoli, grazie alle migliaia di cittadini partenopei che hanno preferito abbandonare il caotico capoluogo campano per godersi la pace dell’Irpinia;

5- PERCHE’ E’ PREVISTO UN ESODO DI TIFOSI BIANCOVERDI, un pò come si faceva una volta, quando il “treno biancoverde” trasportava i tifosi dei lupi in ogni angolo d’Italia: erano tanti, belli, vivaci, colorati, ma soprattutto erano dappertutto. Tanti sono i ricordi che l’Avellino ha lasciato in Serie A, ma quello indelebile è senz’altro la passione con cui la gente d’Irpinia si mobilitava per seguire gli undici ragazzi in maglia verde;

6- PERCHE’ QUATTRO ANNI FA L’AVELLINO GIOCAVA IN SERIE D, e ritrovarsi ora allo Juventus Stadium va forse oltre la più rosea previsione del tifoso più ottimista. Poco importa se la Juventus vincerà quasi sicuramente questa partita (perchè il divario tecnico tra le due squadre c’è e non potrebbe non esserci), ciò che è davvero importante è che chi quattro anni fa affrontava la Viribus Unitis al “Felice Nappi” ora sarà ospite dei bianconeri allo Juventus Stadium.

Leggi anche –> Coppa Italia: sarà Juvenus-Avellino agli ottavi di finale
Leggi anche –> Juve-Avellino Coppa Italia: rapporti di amicizia tra le tifoserie (Video)
Leggi anche –> Juventus-Avellino, una sfida che segna la rinascita del calcio irpino
Leggi anche –> Avellino-Frosinone 2-1 Video Gol, Highlights e Sintesi (D’Angelo, Castaldo, Ciofani)