Juve-Lazio: la Curva Nord biancoceleste squalificata per i fischi razzisti

In occasione della gara di ieri sera di Supercoppa Italiana vinta per 4-0 dalla Juventus contro la Lazio, si sono verificati ancora una volta episodi di razzismo nei confronti dei giocatori di colore.

I bersagli dei fischi e dei cori razzisti questa volta sono stati Paul Pogba, Kwadwo Asamoah e Angelo Ogbonna. Con il risultato già ampiamente compromesso i tifosi laziali hanno sfogato la loro rabbia nei confronti dei 3 giocatori della Juventus, fischiandoli ogni volta che toccavano palla.

Paul Pogba esultanza

Il Giudice Sportivo non è rimasto a guardare ed oggi ha deciso di chiudere la Curva Nord della Lazio per l’esordio in campionato contro l’Udinese, parlando di “cori espressivi di discriminazione razziale” nei loro confronti. La squadra biancoceleste non avrà dunque il supporto dei suoi tifosi più calorosi.

Il talentuoso centrocampista della Juve Pogba a fine partita ha dichiarato: ““Abbiamo sentiti i fischi, sono degli ignoranti perché fanno così pur avendo anche loro dei neri nella loro squadra, è una mancanza di rispetto anche nei confronti dei loro giocatori”. 

La Curva Nord, si sa, è anche schierata politicamente ed oltre ai bu razzisti nei confronti degli juventini ha anche riservato applausi a Gianluigi Buffon, quando il portierone della Nazionale ad inizio partita è arrivato in porta sotto la curva laziale.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus: Marotta ancora sulle tracce di Biabiany?
Leggi anche –> Calciomercato Juventus: Llorente al Valencia, bufala o realtà?