Juve-Lione, Chiellini e Asamoah: "Grande traguardo, vogliamo la finale"

Allo Stadium arriva un’ altra grande prova di Giorgio Chiellini, vero muro difensivo della squadra bianconera e della nazionale Italiana. A fine gara commenta cosi: «C’è grande soddisfazione per quanto abbiamo fatto. Tante volte lo si dà per scontato perché sulla carta la Juve è più forte, ma non è sempre così. Siamo stati bravi a sfruttare le occasioni avute. Abbiamo perso un po’ di lucidità nella seconda metà del primo tempo, quando serviva essere lucidi, ma tutto sommato è un risultato meritato. Ci siamo un po’ fatti trascinare dal clima allo stadio. Dopo l’1-0 sembrava che dovessimo vincere 4-0, dopo l’1-1 invece sembrava che dovessimo rimontare noi il risultato anche se stavamo già passando. Così si dà fiducia all’avversario e si dà loro sicurezze, mentre in quel momento serve essere lucidi e fare le cose preparate in allenamento».

Sul prossimo avversario: «L’unica cosa che mi interessa è tornare qui il 14 maggio: giocare la finale davanti al proprio pubblico è un’occasione che potrebbe non ricapitare più nella storia della società, e dobbiamo sfruttarla».

Anche il compagno Kwadwo Asamoah si dichiarà ampiamente soddisfatto: «Abbiamo abbassato un po’ il ritmo dopo il vantaggio e non siamo stati attenti sul calcio d’angolo da cui è nato il loro gol. In quel momento è cambiata un po’ la partita, ma siamo stati bravi a tenere il possesso palla e a gestire il gioco, anche perché, viste le tante partite che stiamo giocando non possiamo andare sempre al massimo». La semifinale è un grande traguardo: «Per noi era molto importante andare avanti e non è stato facile. Il Lione ha giocato molto bene, ma siamo riusciti a fare ciò che avevamo preparato».

Leggi anche –> Juve-Lione 2-1, Conte: “Orgogliosi di essere in semifinale dopo più di 10 anni”

Leggi anche –> Juve-Lione 2-1, Conte: “In Italia non tifano per noi; ci nutriamo dei nostri gufi”