Juve-Milan, è scontro tra società: il dibattito

Juventus-Milan non si è conclusa al triplice fischio dell’arbitro Damato, gli strascichi di quello che è stato il big match della 22a giornata del campionato di Serie A continuano a primeggiare anche nel giorno successivo alla partita con un dibattito acceso che ha visto protagoniste le due società, Juventus e Milan. A suon di comunicati ufficiali i due club continuano ad animare un Juve-Milan conclusosi sul campo per 3-1 e le cui polemiche derivano dal gol dubbio realizzato da Tevez quando il risultato versava sullo 0-0 e che Galliani ha alimentato.

L’amministratore delegato del Milan ha accusato la Juventus di falsare le immagini relative al gol di Tevez, a parere dei rossoneri in posizione di fuorigioco. Si è così aperto uno scontro: la Juve ha risposto, tramite comunicato ufficiale, a Galliani ricordandogli il suo ruolo di primo piano in Lega, la legge Melandri e definendo la polemica dell’AD del Milan “farseca” e volta a nascondere il risultato decretato dal campo.

Lo scontro tra Juve e Milan non si è fermato e la società rossonera ha ribattuto, in maniera dura, con il seguente comunicato ufficiale: “L’arroganza è cosa della Juventus, che ad essa non sa sfuggire. Superflua una replica a chi è fatto così. Bene invece che anch’essa condivida l’opportunità di rimettere a un dibattito e a una riforma il tema emerso in occasione delle elaborazioni grafiche dell’episodio di Juventus-Milan di ieri sera”.

Leggi anche: