Juve-Napoli 7-8 d.c.r, Allegri: “Avevamo la Supercoppa in pugno”

Intervistato dalla Rai, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri è molto amareggiato, non tanto per il fatto che la sua squadra non ha vinto la Supercoppa Italiana, ma per come l’ha persa: “Fino a pochi minuti dal termine avevamo la coppa in pugno, inoltre non dobbiamo dimenticare che abbiamo sbagliato i tre rigori che avrebbero potuto darci la vittoria”Il mister bianconero passa a descrivere la partita: “Sia noi che i Napoli, abbiamo giocato a viso aperto, senza timori”.

Allegri spiega quindi il motivo principale per cui è dispiaciuto: “La vittoria era ormai nostra, ma dopo aver perso ingenuamente un pallone, abbiamo subito la rete del pareggio”. Secondo il tecnico toscano, la mancata realizzazione del goal del 2 a 0, che avrebbe messo il risultato al sicuro, non è dipesa dalla stanchezza: “Dopo che il Napoli ha realizzato il goal dell’1 a 1 noi abbiamo subito rialzato i ritmi, per cui non credo che durante i 90 minuti abbiamo avuto un problema dettato alla stanchezza”,  poi però aggiunge: “Invece nei tempi supplementari un po’ di stanchezza l’abbiamo accusata. Nonostante la stanchezza durante i supplementari dovevamo essere più cattivi”.

Il mister spiega le motivazioni che lo hanno portato a sostituire Pirlo: “Andrea ci stava dando davvero molto a livello di possesso palla, però ritenevo che in quel momento servisse un uomo che ci desse maggior copertura”. Infine Allegri consola tutto l’ambiente juventino: “Certo abbiamo perso la Super Coppa, però non dobbiamo dimenticarci che siamo ancora in corsa in Champions e siamo primi in campionato, per cui nonostante questa sconfitta, dobbiamo essere soddisfatti”

Leggi anche