Juventus, Allegri: "Siamo una squadra in costruzione"

Presentata ufficialmente quest’oggi la nuova App dedicata a Massimiliano Allegri, scaricabile facilmente su tutti gli smartphone e i tablet. Tanti i fotografi pronti ad immortalare il tecnico livornese, ma soprattutto molti i giornalisti accorsi per strappare alcune parole all’ex allenatore del Milan in vista di Juventus-Chievo, secondo anticipo della terza giornata della Serie A 2015-16.

E’ indubbiamente il momento più difficile della gestione Allegri, ma il coach bianconero non fa drammi: “Diciamo che in questo momento siamo una squadra in costruzione, non sappiamo dove possiamo arrivare e quali siano i nostri margini di miglioramento. La nostra stagione, così come la mia seconda avventura in bianconero, inizia questa settimana. Il Chievo? Sono un’ottima squadra e lo hanno dimostrato contro la Lazio. Adesso inizia un mese intenso fra campionato e Champions. Dobbiamo lavorare sodo e farci trovare pronti”.

C’è chi ha parlato di “anno di transizione”, ma la linea della società e dello stesso Allegri è ben diversa: “Nelle grandi squadre gli anni di transizioni non esistono. La rosa di quest’anno è di ottimo valore, ma con dieci giocatori nuovi è normale che serva del tempo”.

Assenze pesanti nelle prime tre uscite ufficiali della stagione: “Pesano solo perchè non abbiamo fatto ancora un punto, altrimenti non avrebbero pesato. Attraverso le difficoltà torneremo a fare quello che sappiamo. Marchisio rientra? Oltre a lui abbiamo anche Lemina ed Hernanes a disposizione. Rimane fuori solo Khedira. Penso solo positivo e non vedo perchè si debba fare altrimenti. Abbiamo tutte le potenzialità per fare bene”.

Vincere non è facile, ancor più arduo è ripetersi: “Vincere non è mai scontato, in nessun caso. Le avversarie si sono rafforzate e noi dobbiamo confermarci. Domenica c’è il derby di Milano, tra due squadre che possono ambire allo scudetto e che hanno già dimostrato di poter lottare al vertice”.

Leggi anche –> Juventus, Allegri: “Vi stupiremo”

Leggi anche –> Juventus, Pogba: “Resto ma non so per quanto”