Juventus, Asamoah è tornato: "Sono pronto"

Kwadwo Asamoah è finalmente tornato. Max Allegri gli ha concesso i minuti finali della sfida con il Bologna, per cominciare a riprendere il ritmo partita e superare la paura di mettere il ginocchio nei contrasti.

Il centrocampista ghanese è rimasto a Vinovo per approfittare della pausa per gli impegni delle Nazionali, aumentare i carichi di lavoro e migliorare la sua condizione psico-fisica. Nella giornata di oggi, l’ex Udinese ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport, confermando il suo buon stato di forma: “Non è stato facile stare fermo per tanto tempo, guardare le partite a casa o allo stadio e avere una voglia sempre più grande di giocare insieme alla squadra: sembra che il dolore non passi mai. Ora, però, mi sto allenando tutti i giorni con la squadra, per tornare al più presto al mio livello. Vedo miglioramenti giorno dopo giorno e sono felice, la strada che sto seguendo è quello che mi porterà a tornare quello che ero prima”.

“Asa” c’ha tenuto a ringraziare tutti coloro che gli sono stati vicini in questo brutto periodo: “Ho avuto un grande aiuto, dalla mia famiglia, dallo staff e dai compagni, che hanno sempre saputo trovare la parola giusta, la frase che mi regalasse la positività necessaria per continuare il mio recupero. Ora sono pronto anche mentalmente, mi manca troppo la partita, voglio giocare, non importa il ruolo”.