Juventus-Barcellona, Vierchowod e Gentile: "Marcare Messi a uomo"

Marcare Messi a uomo“. Questo il consiglio di due ex difensori bianconeri, Pietro Vierchowod e Claudio Gentile, a Massimiliano Allegri in vista della finale Juventus-Barcellona, quando la difesa juventina si troverà di fronte il calciatore pIù forte al mondo, Leo Messi, che quindi sarà il pericolo pubblico numero uno.

Intervistati da Tuttosport, le osservazioni dei due ex difensori non sono molto differenti. Secondo Vierchowod, che era in campo a Roma nell’ultima finale vinta dalla Juve nel ’96, “con Messi bisogna comportarsi come Maradona,  io mi incollavo a lui e chiedevo al centrocampista più difensivo di darmi una mano. Più la Juve riuscirà a limitare Messi e più saranno alte le chance di trionfo. Quindi aggiunge: “Difesa e centrocampo devono stare vicini tra di loro per togliere lo spazio tra le linee a Messi, magari formando una gabbia tra il centrale più vicino, il centrocampista che si trova in zona e un terzo uomo che triplica la marcatura”.

Gentile invece afferma: “Un uomo dovrebbe dedicarsi solo a Messi per estraniarlo dal gioco,  non facendolo girare. E’ fondamentale togliergli la sicurezza di poter ricevere il pallone quando vuole.  Potrebbe farlo Chiellini, anche se io ho un’idea tutta mia che preferisco non dire,  Allegri sicuramente ci starà pensando. Quindi conclude: ” Giocassi ancora nella Juve, chiederei di marcarlo io, Messi: questi duelli mi hanno sempre esaltato“.

Leggi anche: Juventus-Barcellona (Finale Champions League 2015), Iniesta in dubbio

TUTTO SU JUVENTUS-BARCELLONA