Juventus-Borussia 0-0, le Pagelle dei Bianconeri (Champions League 2015-16)

La Juventus non è riuscita a chiudere il discorso qualificazione contro il Borussia M’gladbach. I ragazzi di Allegri sono stati protagonisti di una prestazione opaca, dominata da errori tecnici, frutto di una stanchezza apparsa evidente nel corso dei 90 minuti dello “Stadium”, dopo la dura prova di San Siro.

Il tecnico bianconero ha cambiato appena due undicesimi della formazione titolare scesa in campo contro l’Inter di Mancini, ma il calo fisico non può giustificare una palese mancanza di lucidità sotto porta: Morata, Mandzukic, Zaza e Dybala non sono stati capaci di incidere, di far male a una retroguardia rocciosa come quella dei tedeschi.

Ecco le pagelle degli uomini di Allegri (Voto 5):

BUFFON (Voto 6): Inoperoso per tutti i 90 minuti. I tedeschi non centrano mai lo specchio della porta;

BARZAGLI (Voto 7,5): E’ ancora una volta il migliore in campo in assoluto. Fa suo il ruolo di terzino destro, interpretandolo alla grande e con la massima concentrazione. Non sbaglia un solo intervento e si propone con continuità anche in fase offensiva, trovandosi a proprio agio anche quando gli attaccanti gli chiedono di crossare;

BONUCCI (Voto 7): Ha una fiducia immensa nei propri mezzi. Sicuro, preciso, insuperabile. La Juve può star serena lì dietro con uno come lui, in grado di comandare il reparto come un vero veterano;

CHIELLINI (Voto 7): Il numero 3 bianconero aggiunge sempre quella percentuale di cattiveria e decisione che non guasta mai. Rischia anche di segnare in rovesciata col destro. Unica macchia il cartellino giallo, ricevuto dopo aver speso un fallo tattico che gli possiamo concedere;

ALEX SANDRO (Voto 5,5): Al momento 26 milioni non li vale. Ha ancora tempo per dimostrare tutto il suo valore, i tifosi devono avere pazienza e aspettarlo. Ovviamente il brasiliano deve metterci del suo, perchè in una grande squadra bisogna ambientarsi velocemente se si vuole trovare spazio e raccogliere gli applausi dei propri sostenitori. Stasera sono mancati i suoi soliti cross, mentre si è visto un impegno e una corsa diversa rispetto alle ultime uscite, soprattutto nel primo tempo;

POGBA (Voto 6,5): Buon primo tempo il suo, sta crescendo a livello atletico. Nella ripresa, tutta la squadra cala a livello fisico, lasciando spazio ad assoli che lo “Stadium” non vorrebbe mai vedere. Sprecati troppi contropiedi, occasioni in cui fuoriclasse come lui avrebbero sicuramente potuto far meglio;

MARCHISIO (Voto 6): Deve continuare a mettere minuti nelle gambe, ma oggi si è visto un netto passo avanti rispetto a San Siro. Sta ritrovando geometrie e condizione atletica, ma ovviamente è anche lui condizionato dal rendimento altalenante della squadra;

KHEDIRA (Voto 6,5): Partita ordinata la sua, con pochissime sbavature come al solito. Dimostra di non essere un centrocampista esclusivamente di contenimento, inserendosi senza palla in particolare nel primo tempo, creando più volte superiorità numerica negli ultimi 20 metri. Può essere l’ago della bilancia di questa Juve;

CUADRADO (Voto 5,5): Era stanco, molto stanco. Si è visto sin dalle prime battute. Nonostante ciò, dà tutto per aiutare i compagni, ma gli manca lo spunto decisivo per scatenarsi sull’esterno destro come c’ha abituato a fare; (sost. PEREYRA: Voto 6,5)

MANDZUKIC (Voto 5): Era la prima da titolare dopo l’infortunio muscolare, quindi non si possono tirare le somme in maniera affrettata. Non vive una serata felice, ma le sue sponde aiutano la squadra a salire e favoriscono l’inserimento dei centrocampisti. Meglio di niente; (sost. ZAZA: Voto 5,5)

MORATA (Voto 5,5): Ci si aspettava indubbiamente di più dall’uomo Champions della Juve. Nel primo tempo si rende utile svariando su tutto il fronte offensivo, ma non riesce mai a trovare spazio sufficiente per tentare conclusioni pericolose, vanificando spesso le ripartenze bianconere. (sost. DYBALA: Voto 6)

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DI JUVENTUS-BORUSSIA