Juventus Campione d’Italia: Cammino e Cronaca del 34° Scudetto

Altro titolo per i bianconeri, in casa Juve c'è da stare allegri

Football Soccer - Juventus v AS Roma - Italian Serie A - Juventus stadium,Turin, Italy - 17/12/16 - Juventus' coach Massimiliano Allegri before the match against AS Roma. REUTERS/Tony Gentile

Inevitabili i complimenti da rivolgere al popolo bianconero, la Juventus è campione d’Italia, il cammino e la cronaca dello scudetto vinto dalla squadra di Allegri, per la settima volta di fila conseguito in sette stagioni consecutive attribuendosi però molto per tanta abbondanza al suo mister.

Massimiliano Allegri, tecnico livornese, che per l’ennesima annata calcistica ha saputo strabiliare numerosi addetti ai lavori per la sua immancabile capacità mostrata nel gestire un gruppo come quello guidato per la quarta volta dove tutti gli appassionati di calcio sanno figurare campioni della portata di Gonzalo Gerardo Higuain, Paulo Dybala o quale Mario Mandzukic.

Il percorso trionfale dei bianconeri

Quindi ripercorrendo anche questa lunga stagione di serie A ma da una prospettiva esclusivamente in bianco nero colorata facile diviene dunque ricordarsi del consueto stentato esordio di campionato avuto dall’ancora una volta ringiovanita Vecchia Signora che lasciò così intravedere in quelle sue più accreditate rivali la consistente possibilità di interrompere invece il suo cammino lastricato di coppe e scudetti senza troppi sforzi ancora sino a qualche giorno orsono facilmente incamerati.

Il significato di questo scudetto

Ad ogni modo dalla ricordata falsa partenza di stagione sofferta dall’undici di Allegri, da lì in poi le migliori attese vissute da molti suoi tifosi non furono più tradite dalla formazione torinese, in rincorsa dapprima sulla Roma di Di Francesco, poi in risalita della stessa vetta dell’intricato campionato affrontato traguardata poi alla XI giornata superato l’ostacolo Milan con doppietta dell’immancabile Higuain.

Invece per quanto sarebbe ancora doveroso dirsi a commento del campionato più che vinto, stravinto, dalla zebrata è oggi come noto cosa risaputa che accompagna così nello scrivere: “Complimenti popolo e tifoseria bianco nera non avete davvero che da stare allegri!”.