Juventus, Cuadrado è indispensabile: Marotta parla col Chelsea

Arrivato un po’ a sorpresa nel corso della sessione estiva del mercato, Juan Cuadrado è riuscito in poco tempo a conquistare i cuori dei tifosi bianconeri, costringendo Max Allegri a cambiare addirittura modulo pur di schierare il giocatore dal primo minuto.

Il tornante colombiano è ormai diventato un elemento fondamentale dell’undici della Juventus, una squadra che sembra abbia definitivamente trovato l’uomo giusto, capace di saltare sempre il primo avversario e creare superiorità numerica in fase offensiva. Inoltre, se alle qualità tecniche continuerà ad abbinare grande sacrificio e forza di volontà, i compagni ne beneficeranno il doppio, visto che giocare con il 4-3-3 ti costringe a correre per 90 minuti senza sosta, per non rischiare di sbilanciarsi e lasciare pericolose voragini in difesa.

C’è un problema: Cuadrado è arrivato a Torino con la formula del prestito secco dal Chelsea. Secondo i contratti firmati nel mese di agosto, dunque, l’ex Fiorentina dovrebbe tornare alla base al termine della stagione, ma Beppe Marotta ha già fatto sapere che non lo lascerà andar via facilmente.

L’ad bianconero vuole provarci: entro gennaio è in programma un incontro con i dirigenti dei Blues, per cercare di acquisire il calciatore a titolo definitivo per una cifra non superiore ai 20 milioni di euro. Il ragazzo si trova bene a Vinovo, la Juve è la sua dimensione perfetta e non ha intenzione di calcare nuovamente i campi della Premier League, almeno per il momento.

Leggi anche –> Cuadrado: “Se giochiamo come a Manchester…”

Leggi anche –> Genoa-Juventus 0-2, le Pagelle: Cuadrado sugli scudi