Juventus in Finale di Champions League, i Rigori nel Destino

Non sappiamo se è uno scherzo del destino o soltanto una strana coincidenza, ma sia l’ultimo trionfo in Champions sia l’ultima finale europea disputata dai bianconeri sono stati decisi dalla lotteria dei calci di rigore. Un destino strano quello della vecchia signora quando si parla di “Coppa dalle grandi orecchie”, specialmente quando si va a guardare le statistiche e si scopre che su 7 finali ha portato a casa il trofeo soltanto in 2. L’ultimo vittoria risale a 19 anni fa, allo stadio Olimpico di Roma, quando la Juventus di Gianluca Vialli e Marcello Lippi superarono l’Ajax di Louis Van Gaal al termine dei calci di rigore.

“Jugovic Jugovic, la palla e’ dentro e la Juventus e’ campione d’Europa!”. Queste parole rimarranno sempre nella memoria dei tifosi del club più titolato d’Italia, specialmente per coloro che hanno vissuto in tempo reale quella notte da incorniciare. Inoltre, la coppa manca a Torino proprio da quella stagione, stagione 1995/1996, quasi 20 anni, troppi sicuramente per gli juventini, in attesa di sentire parole simili sabato prossimo, quando la squadra del condottiero Max Allegri affronterà gli alieni del Barcellona. Nell’ultima finale europea disputata, i bianconeri incontrarono nella stagione 2002/2003 il Milan di Ancelotti, perdendo ai tiri dal dischetto, al termine di uno scialbo 0-0, emblema di un Derby italiano molto equilibrato.

Ad ironizzare sulla possibilità di andare oltre i 120 minuti di gioco, c’ha pensato proprio il tecnico livornese, il quale costringerà ad allenare le abilità dei suoi calciatori dagli 11 metri, nonostante creda fermamente che la sfida si concluderà entro i tempi supplementari.

Un destino strano quello della Juventus, specialmente quando si parla di calci di rigore e di finali di Champions. Adesso a Berlino c’e la grande opportunita di girare la ruota e salire a quota 3 nel Palmares della coppa dalle grandi orecchie.

JUVENTUS-BARCELLONA (FINALE CHAMPIONS LEAGUE): TUTTE LE NOTIZIE