Juventus-Milan, attentati terroristici? Controlli aumentati

In previsione di Juventus-Milan, il questore di Torino ha disposto maggiori controlli dopo i fatti di Parigi di Venerdi 13 Novembre, giorno indimenticabile che in qualche modo segna un punto di non ritorno. Ci saranno unita cinofile, artificieri, agenti visibili e agenti in borghese, cancelli aperti dalle 18:00 anzichè alle 18:45.

Dopo gli attentati di Parigi (colpito anche lo Stade de France) e le due amichevoli internazionali Belgio-Spagna e Germania-Olanda annullate per motivi di ordine pubblico e il timore di nuovi attacchi, la Serie A riparte con l’anticipo di sabato alle 20.45 sera tra Juventus e Milan. La Questura di Torino è già al lavoro in costante contatto con la società bianconera, nella giornata di sabato dovrà lavorare su tre fronti: la visita a Venaria di Renzi, il concerto di Madonna al PalaAlpitour e Juventus-Milan allo Juventus Stadium.

Il sistema di sicurezza dello Juventus Stadium è considerato efficace e all’avanguardia, per questo motivo non è stato necessario stravolgere il protocollo di routine, ma sono stati sufficienti alcuni accorgimenti.
1. L’apertura dei cancelli è stata anticipata alle 18, invece delle solite 18.45.
2.
Presenti 650 steward, come per una semifinale di Champions. La media solitamente è di 550, per il derby erano in 600.
3.
Più agenti presenti ai tornelli, più controlli.
4.
Saranno controllate anche le attrezzature video, foto, qualsiasi oggetto e tutto il materiale portato dentro lo Stadium.

Leggi anche: