Juventus-Milan, Buffon-Donnarumma: Due generazioni a confronto

Juventus-Milan  è il confronto tra due delle big italiane più blasonate ed apprezzate all’estero. Ma non solo: il match rileva due generazione a confronto, quella di Gianluigi Buffon e quella di Gianluigi Donnarumma. Sono ventuno gli anni di differenza tra i portieri che, sabato sera allo Juventus Stadium, difenderanno i pali della propria squadra.

Classe ’78 il portiere bianconero della Nazionale Italiana; nato nel 1999, invece, “Gigio”, presente e futuro del Milan e, azzardiamo noi, futuro della Nazionale Italiana, quella Nazionale di cui Buffon è uno dei pilastri, dei protagonisti della storia vittoria a Berlino 2006. Proprio oggi, 19 novembre 2015, ricorre il 20esimo anniversario dall’esordio di Buffon in Serie A. Era il lontano 1995 quando Gigi esordì in Parma-Milan, ignaro ed inconsapevole della sublime carriera che avrebbe percorso, andando a riscrivere la storia calcistica del nostro Bel paese.

Celebrare le gesta del numero uno bianconero, in un giorno come questo, ci sembra doveroso. Di conseguenza, doveroso è anche evidenziare l’eredità che lascerà – quando appenderà i “guantoni” al chiodo (c’è ancora tempo, come lui stesso dichiarò tempo fa) – al mondo del pallone. Chi sarà l’erede di Buffon? È questa la questione che ci poniamo da diversi anni: Sirigu? Perin? Marchetti? Logicamente, il pensiero va a loro, che sono le riserve in Nazionale del portiere toscano. È vero, è presto per scaraventarci sui possibili nomi che avranno l’onore e l’onere di continuare la nomea dei portieri nostrani, da Zoff a Buffon.

Ma ci proviamo: A dispetto dei nomi scritti in precedenza, che sia proprio Donnarumma il suo vero erede? Non vogliamo rendere ancor maggiore la pressione con cui , già qualche settimana, il giovane “guardasigilli” rossonero è “costretto” a convivere. Però, il 16enne di Castellammare di Stabia sta bruciando le tappe, rispondendo egregiamente a chi sosteneva il suo prematuro inserimento in un’organico così importante, una squadra che – considerati i fallimenti degli ultimi anni – deve ritornare al vertice o, perlomeno, riprendersi quell’Europa calcistica che le è sempre appartenuta. Sabato, dunque,vi sarà una sfida nella sfida: quella del miglior portiere degli ultimi 20 anni contro il futuro rossonero ed azzurro, il 16enne con l’ambizione di ripercorrere le gesta del suo idolo, quel Gianluigi Buffon con cui tenterà di scambiare la maglia domani sera.

TUTTE LE NOTIZIE SU JUVENTUS-MILAN

Leggi anche: