Juventus-Milan (Trofeo Tim 2014): è già sfida Allegri-Inzaghi

Questa sera al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia andrà in scena la quattordicesima edizione del Trofeo Tim. Il primo match metterà di fronte Milan e Juventus nel tradizionale incontro da 45′, con Filippo Inzaghi da una parte e Massimiliano Allegri dall’altra. La sfida nella sfida tra i due offre subito degli spunti suggestivi che richiamano alla memoria i duelli consumati tra panchina e campo, in quelli che al tempo della loro forzata convivenza in rossonero furono duri confronti rasserenati solo da successive dichiarazioni di facciata.

Allegri nel 2011 era l’allenatore del Milan e Inzaghi il giocatore che bruciava le tappe per recuperare da un serio infortunio nella stagione precedente, il cui unico obiettivo era inseguire il record di gol in Champions League. Ed ecco che il tecnico livornese, fresco campione d’Italia con i rossoneri, non lo inserisce nella lista Champions e poi ancora non lo inserirà nel turno successivo in primavera, dopo il passaggio del girone. SuperPippo, dal canto suo, capisce di essere giunto alla sua ultima stagione da giocatore e, pur non digerendo le scelte di Max, tace e va avanti, fino al giorno del suo ritiro, quando regalerà un ultimo gol a San Siro e ai suoi tifosi.

Milan Allegri

 

Tra Allegri e Inzaghi, probabilmente proprio a partire da quella stagione, non correrà più buon sangue. E il duello dal campo si sposterà alla panchina, quella traballante di Max che lo fa “sbottare” proprio contro il giovane allenatore degli allievi del Milan, già coccolato da Adriano Galliani e dal presidente Berlusconi. L’episodio dello sfogo di Allegri contro Inzaghi, datato 20 Settembre 2012, viene riportato da tutta la stampa il giorno dopo: i due si accusano a vicenda e addirittura hanno bisogno dell’intervento dei presenti per essere separati. La storia si concluderà con una stretta di mano documentata, e tanto imbarazzo da parte della società.

Oggi Massimiliano Allegri, neo-allenatore della Juventus, e Filippo Inzaghi, fresco allenatore del Milan, si incroceranno nuovamente e, prima della partita che vedrà di fronte le loro rispettive squadre in occasione del Trofeo Tim, si stringeranno ancora la mano, da veri rivali e in modo più autentico del solito, perché stavolta non sono obbligati a convivere, ma sono separati e…contenti.

Leggi anche: