Juventus-Napoli, Allegri: “Non sarà decisiva”

Un Massimiliano Allegri visibilmente sorridente in conferenza stampa, quasi come se non provasse nessuna ansia per il match di domani sera. D’altronde, secondo tanti, la Juve è più abituata a gare del genere rispetto al Napoli. Infatti lui stesso ha ripetuto più volte che la partita non sarà decisiva per l’assegnazione dello scudetto, ma rientrerà nel giro di sfide che la sua Juventus affronterà fino alla fine del campionato.

“Per quanto riguarda la pressione, d’ora in avanti ci sono 14 partite, tolta quella di domani ne rimangono 13, è normale che più si va avanti e più c’è pressione, perché c’è l’obiettivo di fare delle vittorie per raggiungere l’obiettivo finale che per noi è quello che conta, ovvero il 16 maggio essere davanti a tutte le altre”.

Dunque rilassato l’allenatore livornese, forse pure troppo, dato che ancora deve preparare il match. Ci penserà domani ha detto, con l’ultimo allenamento che si svolgerà in mattinata. “Per quanto riguarda la formazione di domani, difesa a tre, difesa a quattro, quella che sarà, ho ancora due allenamenti, quello di oggi, quello di domani mattina, per valutare e decidere anche su tutta la gestione della partita”.

Leggi anche: