Juventus notizie di oggi: Marotta su Hamsik, Roma e Inter

VOTA QUESTA NOTIZIA

Giorno di conferenze stampa in casa Juventus. Dopo i nuovi acquisti Hernanes e Lemina, è toccato a Beppe Marotta presentarsi nella sala dello Stadium per fare il punto sul mercato estivo della Juventus, capace di rivoluzionare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri.

L’amministratore delegato bianconero ha aperto così la sua conferenza: “Colgo l’occasione per ringraziare Fabio Paratici e tutto lo staff per il lavoro fatto in questi tre mesi di lavoro intenso. Siamo contenti del mercato che abbiamo fatto, abbiamo costruito una squadra forte e competitiva, tenendo in considerazione diversi fattori importanti: fare meglio dell’anno scorso significherebbe vincere la Champions e sappiamo che sarà un’impresa anche solo vincere il quinto Scudetto consecutivo. Siamo felici di aver raggiunto i nostri obiettivi, – aggiunge – non abbiamo intenzione di attraversare un anno di transizione, perchè dobbiamo continuare a vincere”.

L’ad juventino ha poi svelato alcuni retroscena sugli affari Draxler e Hamsik: “Per il tedesco è stata una trattativa difficile, non per colpa nostra, ma perchè ci siamo trovati di fronte a una società misteriosa, che non proponeva interlocutori e mal disposta al dialogo. Nessuno ne ha parlato, ma avevamo avviato contatti con De Laurentiis e il Napoli da un mese per Hamsik, ma il club partenopeo ha sempre dichiarato incedibile il calciatore, essendo una bandiera del popolo azzurro. Lo slovacco è uno di quelli capaci di farti fare il salto di qualità e vincere anche uno Scudetto”.

Sulle rivali di quest’anno ha aggiunto: Inter e Roma sono le due squadre che si sono rinforzate di più, spendendo tanto e cambiando gran parte dell’organico dello scorso anno. Sarà un campionato molto più equilibrato rispetto agli ultimi anni, difficile e competitivo. Partiamo con un handicap di 6 punti persi nelle prime due giornate, ma vogliamo e dobbiamo tornare alla vittoria, per arrivare pronti anche mentalmente agli impegni europei”.

Leggi anche –> Juventus, Hernanes: “Siamo la squadra da battere”