Juventus, Pepe su twitter: "Il mio nuovo tatuaggio somiglia a Caceres" (foto)

I moduli, gli schemi, il duro allenamento sono tutti elementi importanti all’interno di una squadra ma la sintonia nello spogliatoio è quella che mantiene gli equilibri.

In ogni squadra c’è un uomo spogliatoio, quello che inventa gli scherzi, quello che fa integrare i nuovi arrivati, quello che mantiene la giusta armonia e tiene a bada gli animi dopo le sconfitte. Una volta c’era il capitano, Alex Del Piero, un leader per l’intero spogliatoio, un punto di riferimento per quelli che arrivavano perchè conoscevano la sua storia e un modello da seguire per i giovani che venivano integrati alla squadra.

Con l’abbandono di Del Piero la fascia di capitano è passata a Buffon e quindi anche la leadership, ma c’è un altro che ha conquistato la simpatia non solo dello spogliatoio ma anche dei tifosi. Il compagno di giochi di tutti è Simone Pepe, assente dai campi dallo scorso 17 Novembre per un infortunio alla coscia.

Tatuaggio Pepe

In questo periodo di riabilitazione Pepe è rimasto vicino alla squadra spesso ad incitarla dalla tribuna, sempre presente ad ogni partita. E’ stato proprio questo spirito da ultra’ a conquistare i tifosi bianconeri che adesso nutrono una grande stima per il giocatore.

All’interno dello spogliatoio invece è l’uomo che fa ridere di più, lo ha confermato anche Paul Pogba, uno degli ultimi arrivati (anche se vanta una stagione con la Juventus): “Scherzo di più con Vucnic, Storari e Pepe.” L’ultima battuta l’ha fatta registrare oggi sul suo profilo Twitter pubblicando una foto del suo nuovo tatuaggio: “A guardarlo bene sembra Martin”.

Il tatuaggio rappresenta un samurai con una folta chioma di capelli che secondo Pepe rassomiglia a Martin Caceres. Questo è l’ultimo motto si spirito di Pepinho che in pochi minuti ha ricevuto parecchi retwett ed ha fatto scatenare il web con la sua battuta.

Leggi anche –> Ultime notizie Juventus: Vidal rinnova fino al 2018
Leggi anche –> Calciomercato Juventus, Kolarov: “Voglio giocarmi le mie chance al City”