Juventus seconda in classifica: i Numeri della Rimonta

Bianconeri suonano la nona e ritornano protagonisti

Ieri sera la Juventus ha concluso il suo girone d’andata con l’ennesimo successo: più precisamente, il nono di fila. Imponendosi col risultato di 2-1, Madama ha dato una grande prova di forza a Marassi contro gli uomini di Montella. A poco è servita la rete illusoria di Antonio Cassano a 20 minuti dal triplice fischio, che ha galvanizzato i blucerchiati al punto di far quasi agguantare loro il pareggio. Ma la vittoria non è mai realmente sfuggita di mano a Buffon e compagni, che hanno dimostrato ancora una volta di essere degni componenti di una grandissima squadra, ormai abituata a trionfare anche con un po’ di sofferenza.

Il match di ieri si può definire una fotografia delle prime 19 partite dei ragazzi di mister Allegri: inizialmente la squadra e lo stesso tecnico livornese non avevano avuto affatto vita facile, incassando sconfitte sia interne che esterne. Col tempo però tutti i giocatori, a partire dai nuovi innesti fino ai senatori, sono entrati mentalmente nei meccanismi di una squadra ormai molto diversa da quella ammirata fino a qualche mese fa.
Per i più “anziani” è stato ovviamente più facile fare ciò, ma il loro effettivo contributo si è visto aiutando sin da subito i giovani ad essere parte integrante di quello che è tornato ad essere un gruppo veramente molto affiatato.
I risultati, come detto e soprattutto visto sul campo, sono quindi arrivati. Se ad ottobre la Juventus era vicina alla zona retrocessione, oggi si trova invece a sole 2 lunghezze dal Napoli campione d’inverno e a pari punti con l’Inter.

Questi risultati non fanno bene solo alla squadra, ma anche ai tifosi… specie quelli un po’ più scettici!

L’essersi saputa riprendere denota grande maturità e soprattutto mette in risalto come la voglia di primeggiare da parte di quella che da qualche anno a questa parte è ormai una Big del grande calcio internazionale non si è mai arrestata. Che siano state le innumerevoli critiche a far ritornare la Signora simile a quella dei quattro scudetti consecutivi? Certo, non possiamo saperlo, ma se così fosse, ci auguriamo che non cessino proprio ora!