Juventus, Storari (Cagliari): "Non è stato facile lasciare i bianconeri"

Nella giornata di oggi, Marco Storari ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, in cui parla delle motivazioni che lo hanno portato a lasciare la Juventus per approdare al Cagliari in Serie B, ma non solo. L’ex numero 30 bianconero non ha nascosto di avere grandi aspettative per la prossima stagione: “Alla mia età non c’è molto tempo da perdere, per cui ho intenzione di risalire subito dalla serie cadetta, per regalare un’altra promozione a una piazza che conosco molto bene. La Juve? Non è stato stato facile lasciare la Serie A e l’Europa per scendere in B, ma credo fortemente nel progetto del presidente Giulini, perchè è una persona seria e ha intenzione di riportare in alto questa squadra.”

Parla poi, dei suoi ormai ex compagni e li ringrazia per i tweet che gli hanno dedicato, esprimendosi così riguardo alla compagine di cui ha vestito i colori negli ultimi cinque anni: ”Ringrazio tutti, mi emoziono ancora nel rivedere gli sms e non ho ancora sentito tutti i compagni. La Juve è stata speciale anche per questo: i campioni, il gioco, l’organizzazione, ma soprattutto la famiglia. Dal presidente Andrea al magazziniere: è questo il vero segreto di un club mondiale”.

Poi continua sul mercato e la gestione della rosa da parte della società bianconera: “Pirlo, Tevez, Llorente e Storari? Potevamo rimanere tutti. Ma Marotta e Paratici sono insuperabili: stanno combinando il giusto mix tra giocatori esperti e giovani motivati. Solo così si evita l’errore di Milan e Inter che non si sono sapute rinnovare per tempo per proseguire un ciclo vincente”.

Tra coloro che sono immischiati in alcuni veri cicloni mediatici, c’è sicuramente Paul Pogba: “Diventerà il più forte del mondo e la Juve farebbe bene a tenerlo. Allegri? Lo ringrazierò sempre: per i complimenti, per i consigli e per tutto ciò che mi ha dato in questa mia ultima stagione in bianconero.

Intanto, il nuovo numero uno rossoblù sa già cosa serve per riportare in alto il suo Cagliari: “Qui in Sardegna deve crearsi lo stesso spirito che accompagnava la Juve, una corazzata dove non c’era bisogno di essere titolari per sentirsi fondamentali; alla squadra rossoblù serve questo clima per fare bene e tornare subito nella massima serie.”

Leggi anche –> Storari al Cagliari: Ufficiale

Leggi anche –> Neto alla Juventus: Ufficiale