Kakà premiato per le 300 presenze, Galliani: "Legame indissolubile col Milan"

Il Milan e Ricardo Kakà, due strade che per qualche anno non si sono incontrate ma che, anche vedendo quanto successo la scorsa estate, non si sono mai allontanate così tanto da rompere qualsiasi tipo di legame. Il trequartista brasiliano, punto di riferimento del Milan di Clarence Seedorf, ha giocato la sua trecentesima gara contro il Chievo la settimana scorsa, siglando anche una splendida doppietta: proprio per questo, prima della partenza per Genova, dove lunedì ci sarà Genoa-Milan, il calciatore è stato premiato dalla dirigenza.

E’ stato Adriano Galliani a premiare il fuoriclasse con una medaglia firmata anche dal presidente, Silvio Berlusconi, assente per ovvi motivi politici. Grande emozione al momento della consegna, con l’amministratore delegato rossonero che ha dichiarato: “Ricardo è legato al Milan da un legame che è a dir poco indissolubile e le 300 presenze in rossonero lo testimoniano. In realtà lui è solo andato in prestito al Real Madrid, sapevamo entrambi che sarebbe tornato prima o poi e ora ci auguriamo possa andare oltre e magari raggiungere anche le 400 e 500 in rossonero, nella speranza sia anche nelle sue intenzioni. E’ un bambino, può dare ancora tantissimo e speriamo possa rimanere a lungo anche perché ha ancora tanto da dare a questi colori”.

Risposta emozionata del centrocampista verdeoro che ammette: “E’ vero, sono legatissimo a questi colori, a tutto ciò che ho vissuto nella mia esperienza con questa squadra, e spero davvero di poter fare ancora parte di questa squadra. Un grazie va ai miei ex ed attuali compagni”.

Leggi anche: