Keisuke Honda: "Diventerò campione col Milan. Il gol? Arriverà presto"

Da quando è arrivato al Milan Keisuke Honda non ha convinto molto i tifosi rossoneri per via delle prestazioni spesso deludenti che il giapponesino ha messo in campo, ma Seedorf lo ha sempre difeso sottolineando la necessità di tempo per far si che il giocatore si adatti al calcio italiano che si discosta profondamente da quello russo e da quello nipponico. Proprio della sua esperienza in Italia ha parlato Honda in un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”.

Sapevo che avrei trovato difficoltà, ma ho scelto il Milan perché lo sognavo da sempre”Queste le parole del giocatore rossonero che continua raccontando dei primi periodi vissuti a Milanello e dei primi ostacoli: “Parlo spesso con mister Seedorf e grazie al suo ottimo inglese riusciamo a comprenderci. All’inizio non capivo molte cose e andavo nella sua stanza per discutere sui dettagli”.  Col trascorrere del tempo, però, Honda si è ambientato bene e questo grazie anche ai suoi compagni che “sono tutti bravissimi e tanti mi hanno aiutato. Quando non capisco qualcosa Kakà traduce, mentre Bonera, Abate e Montolivo mi danno dei consigli”. Anche il rapporto con Balotelli è eccellente: “Abbiamo gusti diversi per quel che riguarda la scelta degli abiti e lo stile di vita, ma in campo siamo uguali e possiamo lottare e ridere insieme. Mario con il suo carattere ha regalato tante emozioni agli italiani”.

Se gli si chiede quale sia il suo obiettivo, Honda risponde: “Giocare un bel calcio e richiamare tifosi allo stadio è una delle mie ambizioni. Il nostro è un lavoro di crescita continua. Il gol? Arriverà presto e sarà un momento importante. Sono molto determinato e sono venuto qui per diventare campione con la maglia del Milan. A me piacciono le pressioni e le grandi aspettative. Le critiche non mi smontano”. Un’ultima battuta sul derby contro l’Inter che per il numero 10 rossonero sarà una partita speciale perché si troverà di fronte il connazionale Nagatomo: “Sarà una partita eccitante per tutti, spero”.

Leggi anche-> Rami: “Voglio restare al Milan”

Leggi anche-> Arabi e russi nel futuro del Milan? Pronta la cessione…

Leggi anche-> Kakà premiato per le 300 presenze