La parabola di Tiago e Diego: da bidoni nella Juve a campioni nell'Atlético Madrid

Alzi la mano chi ieri sera, guardando lo spettacolo del Vicente Calderòn, non ha esclamato “Ma quel Tiago lì è quello della Juve?”; oppure chi solo una settimana fa commentava allibito l’eurogol di Diego Ribas da Cunha al Camp Nou contro la (ex) squadra più forte del mondo.

Questione di culo” direbbe José Mourinho (che martedì a Stamford Bridge ha dimostrato di averne tanto), questione di strategie aggiungiamo noi, perchè il lavoro del “CholoSimeone e dello staff dirigenziale della seconda squadra di Madrid non può essere solo frutto di una serie di eventi fortuiti. Strategie giuste, scelte giuste, come quella di puntare su Diego Costa, che prima di questa stagione non aveva certo brillato per i suoi trascorsi al Rayo Vallecano e al Valladolid.

Un vero e proprio valzer di sorprese quello griffato Atlético Madrid, squadra tosta e compatta, capace di segnare gol a valagna e creare grande gioco, ma anche di difendersi stringendo i denti, qualora fosse necessario. La prova provata è da ricercare proprio nella prestazione di Tiago Mendes (per gli amici Tiago, per gli juventini “quello che ci appioppò il Lione“), che ieri sera ha saputo tenere a bada nientepopodimeno che Leo Messi. Il fuoriclasse argentino ha cercato più volte di scardinare il muro difensivo madrileno, ma il pressing attento e asfissiante del centrocampista portoghere ha finito per sfiancare la “Pulce“, specie nel finale di gara con il risultato ancora in bilico.

Una serata di grazie per Tiago, che ha contribuito in maniera quasi determinante alla storica vittoria dell’Atlético Madrid sul Barça (che, diciamolo, ora come ora ha més que un problema), ma che soprattutto ha dimostrato di non essere quel “bidone” che tutti credevano. In ogni caso, chiariamolo: saranno forti, saranno determinanti, saranno passati da “bidoni bianconeri” a “Super Colchoneros” con una parabola ascendente senza precedenti, ma dalle parti di Vinovo nessuno rimpiange (e probabilmente ha mai rimpianto) Tiago Mendes e Diego Ribas da Cunha.

Leggi anche –> Juve-Lione, ultime e probabili formazioni: Tevez-Vucinic dal primo minuto

Leggi anche –> Ex giocatori Juventus, fantastico gol di Diego in Barcellona-Atletico Madrid (Video)