La Turris vince, ma i calciatori vengono aggrediti con cinture e calci

I tifosi, almeno in Italia, più che entusiasmarsi per il bel gioco sono sempre alla ricerca della vittoria. Evidentemente ciò non accade a Torre del Greco dove la locale squadra, la Turris che milita nel campionato di Serie D, dopo sei vittorie di fila viene aggredita a colpi di cinture e calci. Una storia di ordinaria follia che si consuma in un tranquillo pomeriggio quando la squadra si raduna al Liguori per il solito allenamento quotidiano. “Ci hanno aggredito con cinture e calci – ha rivelato il direttore sportivo della Turris, Franco Mango, all’Ansa – e ci hanno costretto a rientrare negli spogliatoi. Qualche calciatore è stato colpito, per fortuna nessuno ha dovuto fare ricorso alle cure mediche ma tutti i ragazzi sono sotto shock”.

Dal morale alto per la possibilità giovedì di raggiungere la capolista Taranto, che riposa a due giornate dal termine del campionato, ecco che nei ragazzi aggrediti subentra la paura: “Forse non sono contenti dei risultati – prosegue ironicamente Mango – Di certo queste quattro persone hanno un peso specifico superiore rispetto al resto della città che ci ha sempre sostenuto. Non metteremo più piede a Torre del Greco”. Gli inquirenti, dopo la denuncia alla polizia, sono al lavoro ma il motivo di tanta violenza ancora non è stato appurato.

Leggi anche — > Violenza Calcio Giovanile, Maxi Rissa a Napoli: dieci espulsi