Lazio-Chievo, Pioli: “Vogliamo la rivincita”

Alla vigilia di LazioChievo, Pioli si presenta in conferenza stampa con le idee chiare. “Vogliamo la rivincita”, dice il tecnico biancoceleste che non ha certo dimenticato il quattro a zero subito al Bentegodi nel girone di andata. Tuttavia, la Lazio viene da una pesante sconfitta in Coppa Italia, che potrebbe aver lasciato trascichi: “Le sconfitte portano sempre ripercussioni, quella di mercoledì sera è stata una delusione. La Coppa Italia era un obiettivo. Ma anche da queste gare si può portare a casa qualcosa di positivo. Possiamo rimontare in campionato, abbiamo tenuto testa alla Juve per 60 minuti. Dobbiamo tornare protagonisti, siamo in ritardo, non dipende solo da noi, ma dobbiamo rimanere concentrati”, risponde Pioli.

Lazio-Chievo è però la partita giusta per tornare a vincere: “C’è solo un obiettivo: giocare ogni partita per vincere. Dovrà essere così già da domani, ricordiamo ancora il risultato dell’andata, serve una rivincita”, dice il tecnico. Poi si va sulla probabile formazione e in particolar modo sulla scelta dell’attaccante, che Pioli cambia praticamente in ogni partita: “Anche l’anno scorso era così, chiedo molto ai miei giocatori, voglio sempre che finiscano la partita stremati perché in panchina abbiamo altri elementi importanti. Quindi è giusto se restano in campo 70-75 minuti. Ne ho tre quest’anno, scelgo quello più adatto per la partita specifica”.

Si torna poi a parlare degli attaccanti e della loro scarsa vena realizzativa: “I nostri centravanti nelle ultime partite hanno fatto il loro dovere, Djordjevic a Firenze ha fatto bene, Matri quando è entrato si è fatto trovare pronto. Klose ha fatto lo stesso a Bologna. Credo che la squadra possa fare di più in fase offensiva, domani dobbiamo essere veloci e intraprendenti”. E domani quale dei tre giocherà titolare? “Lo scopriremo vivendo, hanno tutti e tre caratteristiche diverse. Djordjevic attacca di più la profondità, Matri il più presente in area di rigore, Klose quello che fa giocare meglio la squadra. Deciderò domani”, risponde il tecnico, che non scopre quindi le carte.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA LAZIO